13 maggio 2021
Aggiornato 05:00
Novità 2017

Il biglietto dell’autobus costerà dieci centesimi in meno

Allineamento delle tariffe a Trieste e provincia con quelle regionali, in vista della gestione unificata. Previsti sconti anche per il trasporto ferroviario

TRIESTE - Come annunciato precedentemente, con il 2017 il prezzo del biglietto a Trieste e provincia non subirà rincari, anzi diminuirà. Non più 1,35 Euro ma 1,25. Questo accade in vista dell’iter in corso per l’unificazione delle tariffe in tutto il Fvg, che culminerà con la gestione unica. Il tempo prefissato per la transizione è un anno, e comprenderà il servizio di trasporto automobilistico, ferroviario, marittimo e tranviario.
Vengono anche mantenute anche le agevolazioni per chi deve prendere i mezzi pubblici ogni giorno, ossia lavoratori e studenti, e la discriminante per la gratuità non sarà più l’altezza inferiore a un metro, ma l’età inferiore ai 10 anni.

Abbonamenti e altri servizi
L’abbonamento giornaliero avrà un costo di 4,35 Euro, 1,55 per il biglietto di andata-ritorno su una sola linea. Gli abbonamenti mensili costeranno invece 27,75 Euro per una sola linea, e 34,45 sull’intera rete. Identici, invece, i servizi marittimi: 4,25 Euro la tratta da Trieste a Muggia, 7 Euro fino a Grado, 2,55 fino a Barcola.
Per quanto riguarda invece il trasporto in pullmann, si va da una corsa semplice entro i 4 km (4,35 Euro), fino a 179 Euro per viaggi superiori a 225 km.
Per il trasporto ferroviario, biglietto gratuito per il minori di 10 anni, e a partire da Febbraio è previsto un sconto del 20 percento sulle corse semplici nel territorio regionale.