1 dicembre 2020
Aggiornato 22:30
Per divertirsi responsabilmente

“Botti” di Capodanno: i consigli degli artificieri

190 feriti in Italia per i festeggiamenti del 2016, di cui quattro in Fvg. La Polizia di Stato ha indetto una conferenza per promuovere un uso responsabile degli artifici

TRIESTE - Li chiamano ‘giochi’ pirotecnici, ma possono avere conseguenze serie. Sono i cosiddetti ‘botti’ di Capodanno, artifici esplosivi che nei festeggiamenti per il 2016 hanno causato 190 feriti in Italia, di cui 38 minori. Nel Fvg, una donna triestina ha riportato ferite al volto e alla coscia, con una prognosi di 8 giorni. A Udine, invece, un maggiorenne è finito in pronto soccorso per ustioni alle dita, e a Gorizia i casi sono stati due, un minorenne e un maggiorenne, quest’ultimo con lesioni a un occhio.

Sempre meno feriti
Un fenomeno comunque in calo, visti i 253 feriti conteggiati all’inizio del 2015, ma si tratta comunque di numeri che richiedono attenzione, specie per la fascia d’età più colpita: quella tra gli 11 e i 16 anni, a cui gli artificieri della Polizia di Stato rivolgono dei precisi consigli. A questo proposito ha avuto luogo la mattina del 28 dicembre 2016 una conferenza esplicativa di sensibilizzazione a un uso responsabile di questi oggetti d’intrattenimento, tenuta dal dirigente dell’Upgsp Davide D’Auria ed Elisa Ruscillo del Nucleo artificieri del Friuli Venezia Giulia della Polizia di Stato.

I consigli degli artificieri
Innanzitutto è fondamentale controllare l’etichetta e documentarsi sui tempi di esplosione (un’etichetta irregolare o assente prevede sanzioni sia per l’acquirente sia per il venditore). In secondo luogo, accertarsi della direzione dell’esplosione, ricordando che le lesioni a terzi sono perseguibili penalmente. Inutile ricordare che i dispositivi non vanno attivati in zone boschive ed è importante tenerli custoditi in luoghi umidi e lontano dalle fonti di calore. Fortemente sconsigliato anche raccogliere gli artifici inesplosi, e vigilare sempre che non siano i bambini piccoli a farlo. Altre prescrizioni riguardano i vestiti, mai indossarne di sintetici o infiammabili, e tenere lontani dalle esplosiioni gli animali domestici, che potrebbero avere reazioni inconsulte e aggredire qualcuno per difesa. Ultimo avvertimento, evitare di usare bottiglie di vetro: le schegge ad alta velocità potrebbero rivelarsi altamente pericolose.