21 ottobre 2018
Aggiornato 03:30

Bagatin, gruppo ristretto per analizzare proposte sui vaccini

E' necessario un confronto con i dipartimenti di prevenzione, le associazioni dei genitori, i pediatri di libera scelta, i medici di medicina generale e con altri soggetti interessati, per arrivare infine a un testo condiviso da approvare
Bagatin, gruppo ristretto per analizzare proposte sui vaccini
Bagatin, gruppo ristretto per analizzare proposte sui vaccini (Regione Friuli Venezia Giulia)

TRIESTE - «Per sciogliere ogni nodo proponiamo di costruire un gruppo ristretto che analizzi le proposte sul tavolo in tema di vaccini e che si confronti con i dipartimenti di prevenzione, le associazioni dei genitori, con i pediatri di libera scelta, i medici di medicina generale, Anci e Federsanità e con altri soggetti interessati, per arrivare infine a un testo condiviso da approvare in Consiglio». A proporlo è la vicepresidente della III Commissione, Renata Bagatin (Pd).

«Il nostro obiettivo - spiega Bagatin - è arrivare a una vaccinazione consapevole, ossia che i genitori siano convinti
attraverso una corretta informazione. Si punta quindi alla realizzazione di campagne di informazione e formazione per i cittadini e di maggiore coinvolgimento dei medici di medicina generale e pediatri per l'ulteriore valorizzazione del loro
fondamentale ruolo, essendo il primo punto di contatto sul territorio con i genitori»
.

Inoltre, spiega Bagatin, «attualmente ci troviamo in una situazione in cui ci sono quattro vaccini obbligatori che non
sono disponibili singolarmente. Ci sono invece in commercio soluzioni che mettono insieme a questi 4, altri vaccini. Quindi
- conclude Bagatin - ferme restando tutte le verifiche sanitarie e normative, si auspica che l'Istituto superiore di sanità rediga e renda obbligatori tutti e 7 i vaccini. Da parte nostro resterà l'impegno a lavorare in questa direzione».