24 maggio 2019
Aggiornato 17:00
venerdì 3 marzo alle 18

Tempeste solari e “Space weather”: primo incontro pubblico di Helios

Nell'ambito delle iniziative del progetto Helios prende il via il ciclo di conferenze divulgative con Mauro Messerotti (Inaf-Osservatorio Astronomico di Trieste) sul tema delle 'esplosive' tempeste solari

TRIESTE - Le tempeste solari: come si formano e che conseguenze hanno sull'attività umana? Se ne parla venerdì 3 marzo a Trieste, alle 18, nella Sala Giubileo del Filoxenìa (Hotel Filoxenìa – Riva tre novembre 9), nella conferenza 'Le Tempeste solari e la Terra. Meteorologia dello spazio', primo incontro pubblico nell'ambito delle iniziative di Helios, tutte dedicate al Sole. Mauro Messerotti dell'Inaf-Osservatorio Astronomico di Trieste accompagnerà il pubblico alla scoperta dei fenomeni esplosivi che si generano nel Sole.

Il fenomeno 'space weather'
Pur essendo una stella abbastanza tranquilla, il Sole è costituito da gas ad altissima temperatura in rotazione, e ciò determina la formazione e concentrazione di intensissimi campi magnetici. Questi possono dare origine a lampi di luce gamma, X, ultravioletta e radio, che si propagano nello spazio interplanetario. Il pianeta Terra, come gli altri pianeti del Sistema Solare, è immerso in questo ambiente turbolento e tali tempeste solari perturbano il campo magnetico terrestre, dando origine a una serie di fenomeni che prende il nome di 'space weather'. Questo influisce sui sistemi tecnologici e biologici sia nello spazio che a Terra, causando una serie di malfunzionamenti e rischi per la fisiologia degli esseri viventi. Quando le conoscenze erano più limitate, tempeste solari eccezionali sono state addirittura scambiate per azioni militari, creando così un rischio bellico a livello globale. Allo stato attuale la capacità di previsione di questi fenomeni è ancora piuttosto limitata e la protezione è limitatissima o addirittura impossibile.

L'ingresso alla conferenza è libero.

Progetto Helios
L'incontro rientra nel progetto 'Helios', finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e organizzato da Inaf-Osservatorio Astronomico di Trieste, Elettra Sincrotrone Trieste, Immaginario Scientifico, Scuola di Musica 55-Casa della Musica, Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Trieste, in collaborazione con il Comune di Trieste, Assessorato all'educazione, scuola, università e ricerca, La Cappella Underground e Mini Mu museo dei bambini.

Programma per marzo
Per tutto il mese di marzo Helios propone conferenze, laboratori scientifici e artistici, osservazioni e visite guidate, film e un concerto-evento dedicato all'equinozio di primavera. Il programma completo è disponibile su www.oats.inaf.it, su www.immaginarioscientifico.it e su Facebook.