25 agosto 2019
Aggiornato 03:00
Dal 4 al 7 marzo, alla Stazione Marittima di Trieste

Al via l'11^ edizione di ‘Olio Capitale’

Quest’anno la novità è rappresentata dall’ingresso di alcune regioni che mancavano all’appello
Al via l'11^ edizione di ‘Olio Capitale’
Al via l'11^ edizione di ‘Olio Capitale’

TRIESTE - Cresce la partecipazione delle ‘Città dell’Olio’ a ‘Olio Capitale’, il Salone degli Oli Extra Vergini Tipici e di Qualità giunta alla sua 11^ edizione. Molte infatti le ‘nuove’ regioni rappresentate in fiera, cui si aggiunge un incremento di alcuni territori che saranno protagonisti con un numero di espositori molto più alto rispetto agli anni precedenti. Si tratta di un dato significato che conferma il ruolo fondamentale dell’associazione nazionale ‘Città dell’Olio’, guidata da Enrico Lupi, partner strategico del Salone organizzato da Aries, dal 4 al 7 marzo, alla Stazione Marittima di Trieste.

La Fiera
Quest’anno, come anticipato, la novità è rappresentata dall’ingresso di alcune regioni che mancavano all’appello, come l’Umbria che torna a ‘Olio Capitale’ dopo cinque anni di assenza. Si registra inoltre una crescita importante degli espositori in alcune regioni. È il caso dell’Abruzzo presente con le Camere di Commercio di Chieti, Pescara e Teramo e 14 espositori per una superficie occupata di 84 mq (nel 2016 i mq erano 18). Il primato per numero di espositori resta saldamente in mano alla Puglia ma la Campania è l’altra regione del Sud a far sentire la sua voce con ben 72 mq occupati. Una novità accolta con entusiasmo anche dall’organizzazione: «A Olio Capitale ci sentiamo a casa - ha dichiarato Lupi - quest’anno festeggiamo il ritorno dell’Umbria, assente in Fiera dal 2012, e con orgoglio mettiamo a segno la partecipazione della CCIAA Riviere di Liguria e quella dei soci abruzzesi che attraverso l’impegno delle tre Camere di Commercio unite rappresentano un esempio da seguire. Ma voglio anche sottolineare – prosegue - il grande sforzo organizzativo messo in campo dai soci della Puglia, Basilicata, Calabria, Campania, Liguria e Sicilia che hanno risposto con entusiasmo al nostro invito». Ecco dunque che «Le Città dell’Olio confermano il proprio ruolo strategico nell’organizzazione di Olio Capitale - ha dichiarato Antonio Ghersinich consigliere nazionale per il Friuli Venezia Giulia - l’esperienza maturata al fianco di Aries sono un patrimonio importante che vogliamo mettere a sistema trovando sempre nuove forme di collaborazione per rendere Olio Capitale, l’evento attrattivo dedicato all’olio più importante d’Italia e una risorsa indispensabile al turismo locale».

Gli eventi delle Città dell’Olio ad Olio Capitale
Si comincerà con il convegno inaugurale in programma sabato 4 marzo, dalle 10, in sala Oceania, della Stazione Marittima. Dopo gli interventi di apertura di Antonio Paoletti, presidente della Camera di Commercio Venezia Giulia e Enrico Lupi presidente delle Città dell’Olio, seguiranno i saluti istituzionali del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, di Cristiano Shaurli, Assessore regionale alle Risorse agricole della Regione Friuli Venezia Giulia, della presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia Debora Serracchiani e di Luca San, presidente della XIII Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati.

Spazio poi agli interventi di Emanuele Scarello
Lo chef con due stelle Michelin, anche coordinatore della Scuola di cucina di Olio Capitale e interverrà assieme al giornalista enogastronomico Carlo Cambi.

Abruzzo
In programma, sabato 4 marzo, alle 17.30, uno cooking show dedicato alla cucina tipica abruzzese a cura delle CCIAA di Chieti, Pescara e Teramo.  Lunedì 6 marzo, alle 11, sarà invece la volta di un percorso di conoscenza delle cultivar dell’Abruzzo con la degustazione degli oli presenti in fiera.

Puglia
Grande attesa, sempre lunedì 6 marzo, alle 18.30, per il cooking show della Puglia sul tema ‘L’accademia dei tipici gastronomia e oli evo di qualità’ a cura di Paolo Leoci.

Contest
Torna anche il contest fotografico #OlioCapitale. Gli olivicoltori di tuta Italia si racconteranno attraverso le immagini dei luoghi e dei momenti più belli ed emozionanti del loro mestiere e della loro vita. Confermato anche il pacchetto turistico disponibile sul sito cittadelloliomag.it nella sezione Andar per Frantoi, un modo originale per scoprire la Trieste dell’extravergine durante i giorni della Fiera.

Gli eventi delle Città dell’Olio a Trieste
I circa 100 negozi che hanno aderito al circuito Olio Capitale Shopping - iniziativa realizzata con la collaborazione di Confcommercio Trieste - impreziosiranno le loro vetrine con allestimenti dedicati al mondo dell’olio e dell’olivo. E tutti coloro che faranno acquisti in questi negozi avranno diritto a biglietti ridotti di ingresso alla Fiera.

‘A cena con l’oleologo’
Piace infine l’iniziativa ‘A cena con l’oleologo’ realizzata in collaborazione con Fipe di Pordenone e Trieste che ha avuto un prologo a Pordenone (Ristorante Al Gallo) e Udine (Ristorante Al Grop). Durante i giorni della Fiera in 16 ristoranti della città sarà possibile gustare ricette tipiche che esaltano gli oli protagonisti ad Olio Capitale e in 8 di essi - Chimera di Bacco, Caffè Tommaseo Srl, Pepenero Pepebianco, Herry's Caffè, Ristorante Le Terrazze, Ai Fiori, La Bottega del Trimalcione e Nuovo Antico Pavone - ci sarà anche l’oleologo, l’assaggiatore di olio che tra una portata e l’altra illustrerà le caratteristiche delle cultivar e degli oli abbinati ai piatti della tradizione.