10 dicembre 2019
Aggiornato 08:30
L'incontro

Disabili: Serracchiani, lavorare su efficace uso risorse e formazione

Così si è espressa la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia nel corso della visita compiuta a Trieste all'Istituto per ciechi Rittmeyer
La visita della presidente Serracchiani
La visita della presidente Serracchiani Regione Friuli Venezia Giulia

TRIESTE - «La Regione in questi anni ha fatto un grande lavoro sulla disabilità, mantenendo alto il livello delle risorse e garantendo una serie di servizi determinanti per chi deve affrontare questo tipo di difficoltà. In tale contesto l'obiettivo futuro è quello di spendere con maggiore efficacia i fondi che ci sono e calibrare la formazione in maniera funzionale alla creazione di professionalità in grado di inserirsi in un mercato del lavoro in costante rinnovamento».
Così la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani nel corso della visita compiuta a Trieste all'Istituto per ciechi Rittmeyer, durante la quale ha incontrato, oltre al presidente del Consiglio di amministrazione dell'Istituto Hubert Perfler, il presidente nazionale dell'Unione italiana ciechi e ipovedenti (Uici) Mario Barbuto e il presidente della Consulta regionale dei disabili Fvg Vincenzo Zoccano.

Serracchiani ha in primo luogo ricordato l'importante ruolo svolto sul territorio dall'Istituto Rittmeyer, anche alla luce della recente trasformazione in Azienda pubblica di servizi per la persona. In questo senso la collaborazione con la Regione è improntata, grazie al dialogo con la Consulta regionale, anche all'adeguamento a quelli che sono i cambiamenti imposti dall'innovazione tecnologica.
«In questo ambito - ha rilevato la presidente Serracchiani - poniamo tutta la nostra attenzione sulla formazione, nel senso che dobbiamo aggiornare i corsi professionali che vengono offerti in considerazione del fatto che gli ausili tecnologici ci permettono di avere meno barriere e ostacoli nell'ambiente di lavoro, con la possibilità quindi di creare più opportunità occupazionali».

La presidente ha poi insistito sul concetto dell'efficacia della spesa, affermando che non c'è tanto un problema di carenza di risorse, quanto di un uso corretto e funzionale dei fondi destinati alla disabilità e su questo c'è ancora strada da fare.
Molto apprezzata dal presidente Barbuto è stata l'ospitalità offerta dalla Regione alla riunione della Direzione nazionale dell'Uici, che si è tenuta giovedì nel Palazzo di piazza Unità d'Italia a Trieste.
«Anche quella di giovedì - ha osservato la presidente Serracchiani - è stata un'occasione per ribadire che la Regione su questi temi è aperta al confronto e alla collaborazione, perché per conoscere i problemi serve il dialogo».
Da parte sua il presidente Zoccano ha convenuto con la presidente Serracchiani sull'essenzialità della formazione nel processo di inclusione, perché la disabilità oggi non è più vista come un'invalidità, quanto come un'opportunità di sviluppare le abilità residue della persona.