25 agosto 2019
Aggiornato 02:30
La presa di posizione

La Regione diffida Arvedi per la mancata copertura delle aree a parco

Chiesto di presentare il progetto entro 4 mesi, con ulteriori misure di mitigazione dello spolveramento utili per il contenimento delle emissioni diffuse
I fumi della Ferriera di Servola
I fumi della Ferriera di Servola Diario di Trieste

TRIESTE - Con provvedimento datato martedì 7 marzo, la Regione ha formalmente diffidato l'Acciaieria Arvedi Spa a presentare entro 4 mesi il progetto di confinamento e copertura delle aree a parco (minerali e fossile) dello stabilimento siderurgico della Ferriera di Servola. Nella diffida sono specificatamente indicati i contenuti minimi del progetto. La Regione ha inoltre disposto che nelle more della realizzazione del progetto di copertura dei parchi, la Società adotti ulteriori misure di mitigazione dello spolveramento utili per il contenimento delle emissioni diffuse.

Come si ricorderà, l'Autorizzazione integrata ambientale rilasciata con decreto 96/2016 a Siderurgica Triestina S.r.l. (ora Acciaieria Arvedi S.p.A.) stabiliva che entro 9 mesi dal rilascio dell'AIA la società doveva presentare il progetto di confinamento e copertura delle aree a parco, corredato da un cronoprogramma di attuazione dello stesso.

La Conferenza di servizi convocata il 26 gennaio scorso per la valutazione e l'approvazione del progetto ha stabilito che il documento presentato non ha i requisiti sufficienti per poter essere valutato come «progetto di confinamento e copertura delle aree a parco»: è così stato necessario adottare la diffida.