26 agosto 2019
Aggiornato 12:00
Giovedì 9 marzo alle 18.30

Al via la rassegna ‘Maurizio Frullani. Artisti e dintorni’

A Gorizia nella sede dell’Associazione Prologo si apre la manifestazione con la proiezione di un video che raccoglie oltre 300 ritratti scattati dal fotografo isontino. La prima esposizione di opere si terrà alla Biblioteca Statale Isontina di Gorizia alla Galleria d’Arte “Mario Di Iorio” dall’11 al 22 marzo
Al via la rassegna ‘Maurizio Frullani. Artisti e dintorni’
Al via la rassegna ‘Maurizio Frullani. Artisti e dintorni’

GORIZIA - Dagli anni ’80 fino a pochi mesi dalla sua morte, Maurizio Frullani ha voluto testimoniare, attraverso la fotografia, i ritratti più interessanti degli intellettuali e degli artisti del Friuli Venezia Giulia e dell’area mitteleuropea. Ora, grazie all’iniziativa promossa dell’Associazione Culturale «Venti d’Arte», sostenuta dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, dalla Fondazione Carigo e da molti altri enti e realtà della nostra regione, gli scatti dell’artista saranno visibili a tutti durante una rassegna che inizierà il 9 marzo per concludersi a fine giugno. Come spiega Stefano Chiarandini, presidente dell’Associazione Culturale «Venti d’Arte», l’articolata manifestazione ‘Maurizio Frullani. Artisti e dintorni’ ha lo scopo di «valorizzare e promuovere l’eccellente opera di questo Maestro recentemente scomparso, offrendosi come una prima retrospettiva che raccoglie una parte consistente del suo lavoro».

L’inaugurazione
Giovedì 9 marzo alle 18.30 il via ufficiale della rassegna a Gorizia all’associazione culturale per la promozione delle Arti Contemporanee Prologo in via Graziadio Isaia Ascoli  8/1. Alla presentazione dell’intero progetto, affidata a Franca Marri e Cristina Feresin, curatrici di due delle esposizioni in programma, seguirà la proiezione di un video che raccoglie oltre 300 foto scattate da Frullani a personaggi dell’arte e della cultura del nostro territorio.

La mostra
Le stesse daranno vita a 7 esposizioni, tutte differenti fra loro, in luoghi diversi dell’isontino (Galleria d’Arte «Mario Di Iorio» a Gorizia, Villa Vicentini Miniussi e Auditorium comunale di Ronchi dei Legionari, Biblioteca comunale di Staranzano, Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan a Gradisca d’Isonzo, Museo Civico del Territorio «Alessandro Pesaola» a Cormons, Azienda Agricola Edi Keber a Zegla) e 2 in Slovenia nei Comuni di Salcano e di Metlika. In programma anche diversi eventi collaterali (esposizioni virtuali, concerti, visite guidate e laboratori didattici) che coinvolgeranno le Province di Gorizia, Trieste, Udine e Pordenone. «Aperto a tutti gli interessati, l’appuntamento del 9 marzo – spiega Franco Spanò, Presidente dell’Associazione Prologo – prevede fino alle 21 la proiezione in loop delle fotografie attraverso un video. La presentazione, a nostra cura, è un contributo a un progetto di più ampio respiro: non inaugura solo la manifestazione ma vuole anche essere una serata dove artisti, critici, scrittori, che sono stati ritratti da Maurizio Frullani, oppure che conoscono o hanno conosciuto i personaggi presenti nelle foto, possono incontrarsi nuovamente e, spinti soprattutto dal ricordo di Maurizio, dare vita a interessanti discussioni sull’arte contemporanea».

Alla Biblioteca Statale Isontina
Sabato 11 marzo alle 11.30, sempre a Gorizia, il secondo importante evento del progetto: l’inaugurazione della prima esposizione, a cura di Marco Menato e Cristina Feresin, alla Biblioteca Statale Isontina presso la Galleria d’Arte «Mario Di Iorio» in via Mameli 12 che sarà visitabile fino al 22 marzo (ingresso libero; orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 18.30 e sabato dalle 10.30 alle 13).

Informazioni: 0481 580215 | 339 2887440 | bs-ison@beniculturali.it | www.isontina.beniculturali.it | info@ventidarte.it | www.ventidarte.it |