12 novembre 2019
Aggiornato 11:00
Criminalità

Evade dai domiciliari e tenta un furto: arrestato

I Carabinieri di Trieste hanno arrestato un 42 enne triestino per furto a bordo di un'auto ed evasione “lampo” dagli arresti domiciliari
Diario di Trieste

TRIESTE  - Beccato con le mani nel sacco. L.B., pregiudicato triestino 42enne, è stato arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri di Trieste per furto aggravato ed evasione. Gli uomini dell’Arma sono intervenuti in via del Molino a Vento, dove era stato segnalato un individuo con felpa e cappuccio calzato intento a forzare le autovetture in sosta. Una volta arrivati sul posto, hanno notato una Peugeot 206 con il baule aperto e un uomo impegnato a rovistare all’interno dell’auto in maniera tanto meticolosa da non accorgersi dell’arrivo della pattuglia. Bloccato e immediatamente sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di varie tipologie di strumenti da scasso, oltre ad alcuni grammi di marijuana.

Il primo episodio

Ma l’uomo non si è limitato a questo. Perché nel corso degli accertamenti è emerso che il pregiudicato si sarebbe dovuto trovare agli arresti domiciliari. Era infatti stato arrestato dalla polizia solo poche ore prima per un episodio analogo – il furto di una borsa all’interno di un’auto – e condotto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, dalla quale è evaso dopo nemmeno un paio d’ore per commettere il secondo furto. L’uomo, segnalato alla Prefettura di Trieste quale assuntore di sostanze stupefacenti, ora si trova nel carcere del Coroneo.