22 ottobre 2019
Aggiornato 21:30
trieste

Concerti in città: il Comune cerca promoter

Presentato il bando per l'organizzazione di eventi musicali. La richiesta è di almeno due show gratuiti più uno a pagamento dal primo al 31 luglio

TRIESTE- Impossibile pensare ad un'estate senza musica. Per questo l'amministrazione comunale ha presentato l’avviso pubblico di manifestazione di interesse riservato a tutti i promoter che vogliono inoltrare in Municipio le loro offerte di spettacolo per il mese di luglio. «I grandi eventi e i concerti sono importanti per la città ma devono anche garantire il maggior indotto possibile e l'amministrazione comunale deve far sì che più soggetti partecipino e fare in modo che la fruibilità della piazza Unità d'Italia sia gratuita» ha spiegato il vicesindaco Pierpaolo Roberti.

Modalità

Per il primo anno dunque ecco pubblicato un avviso allo scopo di verificare l'interesse da parte di terzi, in possesso dei requisiti richiesti, ad organizzare eventi con artisti di fama nazionale e internazionale per il periodo 1-31 luglio nella piazza. Le manifestazioni d'interesse dovranno pervenire entro il 24 marzo. A fine marzo sarà svelato il nome del promoter che si è aggiudicato l'organizzazione di tre concerti, di cui uno con ingresso a pagamento e gli altri due (o più) con ingresso gratuito del pubblico. «Abbiamo già ricevuto molte richieste per piazza Unità – ha aggiunto Roberti – per cui si prevede di lanciare un'ulteriore iniziativa per il 25 giugno. Partiamo dal presupposto che ci debbano essere vantaggi per tutti, per gli spettatori e per l'indotto economico che ruota attorno agli eventi di rilievo. Inoltre ci sarà anche il contributo della Fondazione CRTRieste». Soddisfatto anche il Direttore di Area Fabio Lorenzut, che ha partecipato alla presentazione con la funzionaria Barbara Comelli: «Questa è una nuova formula e un'assoluta novità per la categoria delle manifestazioni che dà la possibilità a tutti di trarre beneficio – ha affermato il Lorenzut -. Il Comune di Trieste in tal modo vuole incrementare l'offerta di concerti e di spettacoli dal vivo, arricchendo così il calendario delle manifestazioni artistiche e culturali già presenti in città nella stagione estiva».