25 agosto 2019
Aggiornato 02:30
il riconoscimento

Soccorsero la mamma colpita da un infarto: premiati in Comune

Il vicesindaco Roberti ha consegnato a Donatella Giaschi e Carmine Brancaccio un attestato e li ha ringraziati per il loro intervento: «Persone come voi possono essere d'esempio per tanti altri concittadini»
Comune di Trieste

TRIESTE - «Con riconoscenza per la prontezza dimostrata nel prestare i primi soccorsi ad una giovane mamma colpita da un malore mentre era con la sua bambina, praticandole il massaggio cardiaco che le ha salvato la vita nei minuti di attesa dell'ambulanza». Con queste parole il vicesindaco Pierpaolo Roberti ha ringraziato Donatella Giaschi e Carmine Brancaccio che, con il loro tempestivo ed efficace intervento, hanno contribuito a salvare la vita della giovane mamma che mercoledì primo marzo era stata colpita da un malore mentre stava con la figlia al Caffè degli Specchi in piazza Unità d'Italia. La cerimonia, con la consegna dei due attestati civici su pergamena, si è svolta oggi nel salotto azzurro del palazzo comunale di Trieste. «Questi due semplici attestati - ha spiegato il vicesindaco Roberti - sono un piccolo gesto con cui l'amministrazione comunale ha voluto ringraziarvi per quello che avete fatto: persone come voi, che hanno avuto il coraggio d'intervenire, possono essere d'esempio per tanti altri concittadini, nella consapevolezza che è sempre meglio intervenire e dare una mano, nel miglior modo possibile».

Il progetto
Nel corso dell'incontro Donatella Guaschi e Carmine Brancaccio hanno brevemente ricordato quegli «interminabili minuti», confermando anche che ora la giovane mamma sta meglio. Il vicesindaco Roberti ha sottolineato infine l'avvio da parte del Comune di uno specifico progetto di formazione sulla rianimazione cardiopolmonare e sull'uso dei defibrillatori, che riguarderà il personale della Polizia locale, prevedendo anche il posizionamento di defibrillatori automatici nelle zone nevralgiche e più frequentate della nostra città.