25 agosto 2019
Aggiornato 02:30
I concerti del Conservatorio

Il classico sfida il contemporaneo: in sala Tartini c'è il Duo Nèmesis

Maria Bertòs clarinetto e Hiromi Arai pianoforte si esibiranno in due diverse visioni della musica nel "Capriccio"

TRIESTE – Proseguono i concerti del Conservatorio Tartini di Trieste. Domani alle 20.30 in Sala Tartini spazio a «Capriccio», col Duo Nèmesis: Maria Bertòs clarinetto e Hiromi Arai pianoforte, per un concerto in cui si affiancano due diverse visioni della musica, quella classico-romantica e quella contemporanea. Il programma propone nella prima parte un Weber ricco di virtuosismi ma anche di temi lirici e cantabili, un caposaldo della letteratura per clarinetto del primo '800. Nella seconda parte l'originalità stilistica di Berg all'interno dei flussi creativi del Novecento è ben evidente in queste quattro Miniature, capaci di evocare atmosfere lunari, sensuali, fredde; la partitura rappresenta una moderna drammaturgia strumentale, senza una forte indicazione tematica, costruita per brevi iperboli, con melodie sinuose cui si contrappongono violenti e repentini attacchi del suono. La serata si concluderà con il brano del compositore britannico Arnold, dallo stile ancora tonale, e dal più moderno Capriccio del compositore e clarinettista serbo Ante Grgin. L’ingresso è aperto alla città, previa prenotazione. Info www.conservatorio.trieste.it tel. 040.6724911