21 agosto 2019
Aggiornato 13:00
"I musei si raccontano"

Alla scoperta del Museo del Risorgimento e del Sacrario Oberdan

L'appuntamento fa parte della serie di conferenze che si stanno tenendo nell'auditorium del Museo Revoltella finalizzate all’approfondimento di alcune tematiche delle diverse e ricche raccolte dei Civici Musei di Storia e Arte di Trieste
Comune di Trieste

TRIESTE - Ripercorrere la storia del Museo del Risorgimento e del Sacrario Oberdan per svelare al pubblico due strutture del centro cittadino ancora sconosciute. E' questo uno degli obiettivi del settimo appuntamento della serie di conferenze che si stanno tenendo nell’auditorium del Museo Revoltella e finalizzate all’approfondimento di alcune tematiche e argomenti specifici delle diverse e ricche raccolte dei Civici Musei di Storia e Arte di Trieste. L'appuntamento è per questo pomeriggio alle 17. 

Il tema
Durante la conferenza, curata da Antonella Cosenzi, conservatore del museo della guerra per la pace Diego de Henriquez e del museo del Risorgimento, si tratterà dell'edificazione dei due edifici su progetto di Umberto Nordio, indissolubilmente legata a quella della Casa del Combattente e alla progettazione dell'Esedra Oberdan, ma anche del concorso per il monumento in ricordo del martire triestino e dell'opera statuaria realizzata da Attilio Selva, degli affreschi di Carlo Sbisà che decorano il salone centrale e della natura delle collezioni nate dalle generose donazioni di familiari di garibaldini e di volontari della Grande guerra. Un Museo che è nel contempo «luogo della memoria» e dove è possibile approfondire la conoscenza di alcune delle vicende storiche più significative della nostra città.