28 luglio 2017
Aggiornato 04:00
La gara

Olimpiadi delle neuroscienze, i migliori studenti vengono da Udine e Tolmezzo

Mattia Sandrelli, Irene Iob ed Eleonora Veritti sono i tre vincitori della selezione regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze che si è svolta a Trieste

TRIESTE - Sono Mattia Sandrelli, Irene Iob ed Eleonora Veritti i tre studenti vincitori delle Olimpiadi delle Neuroscienze in Friuli Venezia Giulia. La gara, che rientra nella Settimana del Cervello, si è svolta a Trieste, al Polo Didattico di Medicina e Chirurgia dell’Università di Trieste, e ha visto la partecipazione di 65 studenti delle scuole secondarie di II grado della regione. L'iniziativa, giunta all'ottava edizione, è promossa dal Comune di Trieste e organizzata dall'Immaginario Scientifico e dal Centro per le Neuroscienze BRAIN dell’Università di Trieste, assieme all'Istituto di Scienze Neurologiche del CNR di Catania, che ne cura il coordinamento nazionale. Mattia Sandrelli, dell'ISIS Malignani di Udine, Irene Iob ed Eleonora Veritti, entrambe dell'ISIS Paschini-Linussio di Tolmezzo, hanno ottenuto i migliori punteggi nelle quattro prove della gara: cruciverba, quiz, domande a scelta multipla e a eliminazione diretta, su temi come l'anatomia cerebrale, la memoria, il sistema nervoso, l'invecchiamento, il sonno e le emozioni.

Il percorso
A giudicare le prove era presente un gruppo di studenti di Neuroscienze dell'Università di Trieste, capitanati dalla professoressa Paola Lorenzon, neuroscienziata e docente di Fisiologia del Dipartimento di Scienze della vita dell'Università di Trieste. Tutti e tre diciottenni, i ragazzi si sono dimostrati molto preparati e motivati, con l'obiettivo chiaro di proseguire gli studi e studiare medicina, forse proprio per approfondire quel mondo complesso e sempre misterioso che è il nostro cervello. Intanto accedono alla fase nazionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze, in programma a Catania il 5 e 6 maggio 2017, dalla quale emergerà il vincitore italiano, che in agosto volerà a Washington DC (USA) per partecipare alla finale internazionale, l’International Brain Bee.