19 ottobre 2019
Aggiornato 22:30
Atletica

Presentato il Trofeo Provincia di Trieste, Iacop: «Città dalle grandi tradizioni sportive»

La manifestazione richiama ogni anno centinaia di atleti master da tutta la regione e si articola in nove prove - su strada, pista e campestre - più quattro prove con punteggio per società, la prima delle quali a marzo e l'ultima a novembre, tutte in provincia di Trieste
Diario di Trieste

TRIESTE - Il "XVII Trofeo Provincia di Trieste" di atletica è stato presentato in Consiglio regionale al presidente Franco Iacop e a Emiliano Edera, componente l'Ufficio di presidenza, dal presidente di S.Po.R.T., (Società podistiche riunite Trieste) Ruggero Poli, società che coordina la manifestazione che vede il coinvolgimento diretto di ben sette sodalizi, tutti affiliati alla Fidal: ASD Running World, ASD Trieste atletica, GSD Val Rosandra Trieste, CRAL Trieste trasporti, GS San Giacomo Trieste, CA Fincantieri Wartsila Italia, ASD Gruppo Generali Trieste.

L'evento
La manifestazione richiama ogni anno centinaia di atleti master da tutta la regione e si articola in nove prove - su strada, pista e campestre - più quattro prove con punteggio per società, la prima delle quali a marzo e l'ultima a novembre, tutte in provincia di Trieste e riservate a tesserati e tesserate Fidal, Run Card o agli Enti di promozione sportiva (Eps) riconosciuti dalla Federazione. E' la più importante manifestazione del genere il cui successo lo si deve alla proficua collaborazione di tutto un movimento sportivo, a un forte spirito di volontariato e alla disponibilità di altri soggetti come il Comitato provinciale Fidal di Trieste, il Gruppo giudici di gara, il Gruppo volontari emergenza Trieste che garantisce l'assistenza medica e la Timing data system che cura i cronometraggi.

La parola alle autorità
E proprio il volontariato è l'aspetto che è stato messo in evidenza dal presidente Iacop, una componente che, assieme alla passione, accomuna il movimento sportivo e consente di realizzare molte interessanti manifestazioni. «Trieste - ha aggiunto - è una città dalle grandi tradizioni sportive e iniziative come questa ne seguono il solco». Emiliano Edera ha poi posto l'accento sulla lunga storia dell'attività podistica, agli albori della quale c'era il Trofeo Città di Trieste, che è riuscita ad avvicinare negli anni migliaia di appassionati, uomini e donne, dai 23 al 70/75 anni, fino a raggiungere punte di oltre 90 anni. Vi è poi lo spirito di collaborazione che anima le società che sono coinvolte, senza il quale non sarebbe possibile dar vita a un programma così interessante e prolungato nel tempo, perché gli aspetti organizzativi "dietro le quinte" sono sconosciuti ai più, ma sono fondamentali e altamente impegnativi. A chiudere Francesco Cipolla, vicepresidente del Coni regionale che, prendendo spunto dal Trofeo, ha ricordato come Trieste si stia preparando a ospitare un evento di straordinaria importanza, i campionati italiani assoluti di atletica leggera, nel rinnovato impianto dello stadio Grezar.