26 agosto 2019
Aggiornato 11:30
Basket

Alma di nuovo al lavoro: il prossimo obiettivo si chiama Mantova

Archiviata la vittoria contro la Virtus e beneficiato del lunedì di riposo, il gruppo biancorosso si è radunato all’Alma Arena per iniziare l’avvicinamento alla prossima trasferta di campionato

TRIESTE - Archiviata l’esaltante vittoria contro la Virtus Bologna e beneficiato del lunedì di riposo, il gruppo biancorosso si è radunato oggi all’Alma Arena per iniziare l’avvicinamento alla prossima trasferta di campionato, sul difficilissimo campo della Dinamica Mantova. La preparazione ha visto i ragazzi di Dalmasson impegnati in una doppia seduta con la parte atletica curata al mattino, passando poi al parquet nel pomeriggio. A bordo campo il solo Matteo Schina, che sta proseguendo il programma personalizzato di recupero, mentre l’unico assente è stato Lodovico Deangeli, impegnato con le giovanili. Dopo la fase di riscaldamento il roster è stato diviso in coppie per affrontare una serie di 1vs1 su metà campo, curando con attenzione l’intensità in fase difensiva e la reattività nei taglia fuori. Questi i duelli: Bossi-Gobbato, Pecile-Baldasso, Green-Coronica (Ferraro), Parks-Da Ros, Prandin-DeMarchi, Cittadini-Simioni.

Cambio orario
Successivamente il gruppo ha visto la suddivisione in bianchi, rossi e neri, fronteggiandosi ed alternandosi in situazioni 3vs3 e 4vs4, battagliando a tutto campo in transizioni senza sosta e a ritmo frenetico, fino al raggiungimento del traguardo degli undici punti realizzati. In bianco Prandin, Gobbato, Green e Cittadini, in rosso Bossi, Pecile, Coronica e Simioni, in nero DeMarchi, Baldasso, Parks e Da Ros. Dopo circa due ore l’allenamento è terminato con una sessione di tiri dalla lunga distanza e di tiri liberi. La squadra si ritroverà domani per continuare la preparazione in chiave Mantova con una seduta programmata per le 13 all’Alma Arena, orario modificato rispetto al consueto inizio alle 18 dal momento che domani sera nell’impianto di via Flavia si prenderanno la scena nientemeno che gli Harlem Globetrotters!