25 agosto 2019
Aggiornato 03:00
60° anniversario dei trattati di roma

Immigrazione, lavoro, Unione Europea: generazioni a confronto nel meeting "Idee per il XXI secolo"

Riccardo Pilat: «E' il momento di affrontare i problemi in maniera diretta e lo faremo con quello stesso spirito costruttivo che ha visto la firma dei trattati di Roma»

TRIESTE - «Abbiamo il dovere di far incontrare le diverse generazioni per creare un dialogo con le istituzioni e i protagonisti del sistema economico e politico, per trovare soluzioni ai problemi del XXI secolo e individuare proposte condivise per il futuro. E la celebrazione del 60° anniversario dei trattati di Roma è il momento giusto per ricordare a tutti noi l’importanza del vivere in comune in un mondo sempre più interconnesso e fare un bilancio dei risultati raggiunti e delle tante cose che ci sono da cambiare". Con queste parole, Riccardo Pilat promotore del Meeting Internazionale «Idee per il XXI Secolo» ha annunciato l'incontro che si terrà il 31 marzo e 1 aprile a Trieste presso l'Hotel Savoia Excelsior Palace, Riva del Mandracchio 4. Nella due-giorni saranno affrontati, in specifici panel tematici, i rapporti fra gli Usa e la Russia, l'immigrazione, la crisi del lavoro e la situazione dell'Unione Europea. «E' il momento di affrontare i problemi in maniera diretta e lo faremo con quello stesso spirito costruttivo che ha visto la firma dei trattati di Roma». 

I protagonisti
«Saranno due giorni intensi di lavoro nei quali si incontreranno personalità della politica, dell'economia e della cultura. I millenial, i nerd, le giovani donne e i giovani uomini che vogliono essere protagonisti della loro storia, non hanno timore a confrontarsi, anzi cercano il confronto per partecipare responsabilmente alla costruzione del futuro di tutti noi». I panel tematici saranno otto e vedranno oltre cinquanta protagonisti confermati. Saranno presenti tra gli altri Gaetano Quagliariello,  Lorenzo Cesa, Alessandro Maran e Francesco Russo, Paolo Messa, direttore Centro Studi Americani e membro del consiglio di amministrazione RAI, Stefano Scalera - consigliere del Ministro dell'economia per gli investimenti esteri,  Paola Lazzarini di Cegos Italia – esperta di formazione e comunicazione, Roberto Race, segretario generale di competere.eu, Matteo Bressan - analista e componente del comitato scientifico della NATO Defense College Foundation, la dottoressa Cinzia Bianco - ricercatrice, Middle East Politics and Gulf Security, Università di Exeter ed analista, Massimo Arcangeli, linguista e sociologo della comunicazione. 

Gli obiettivi
La piattaforma del Meeting vuole creare ponti fra le persone e intersezioni fra i diversi saperi per dare vita ad un innovativo think tank capace di creare ascolto, condivisione e nuovi percorsi e processi per la dare un fattivo contributo alla soluzione di problemi politici e sociali non più rinviabili. Sul sito idee21secolo.it oltre a trovare tutte le informazioni, con tutti i panel e i discussant, è possibile compilare il modulo di adesione. «Uniremo la forza dei valori e delle idee alle potenzialità della rete e dei social network - conclude Pilat - Siamo sicuri che le buone idee riescano ad arrivare al cuore delle persone meglio degli slogan dell'antipolitica».