17 settembre 2019
Aggiornato 10:30
Trieste

Tra una difesa personale e un posto di controllo su strada: piccoli alunni a Scuola di Polizia

La visita ha consentito di trasmettere ai bambini la varietà dei servizi che occorrono per assicurare l’ordine e la sicurezza pubblica
Polizia di Stato

TRIESTE - Piccoli alunni a Scuola di Polizia. L'obiettivo? Far scoprire la varietà dei servizi che occorrono per assicurare l’ordine e la sicurezza pubblica. I bambini della classe quinta sezione B della locale scuola elementare «Domenico Rossetti» si sono recati in visita alla Scuola allievi agenti della Polizia di Stato «Vincenzo Raiola». Accompagnati dalle loro maestre, sono stati accolti per un saluto dal direttore dell’Istituto, il 1° Dirigente dottor Marco Bonato, per poi assistere a una dimostrazione effettuata da due assistenti del Nucleo Artificieri Regionali Friuli Venezia Giulia sulle tecniche di disinnesco di ordigni esplosivi. Un momento utile che gli è servito ad imparare quali accortezze devono seguire nel caso in cui trovino materiale, anche bellico, inesploso. I bimbi hanno poi assistito a una ulteriore dimostrazione di tecniche di difesa personale, dalle quali hanno percepito la capacità professionale necessaria per fronteggiare persone aggressive in cui ci si può imbattere nel corso di un normale controllo di polizia. I giovani alunni sono stati, poi, accompagnati nel poligono della Scuola dove hanno potuto vedere e toccare le armi in dotazione alla Polizia di Stato, assistendo a una esercitazione a fuoco di un istruttore di tiro. Infine, hanno partecipato attivamente a una simulazione di un posto di controllo su strada e sono stati informati sulle principali regole di sicurezza stradale.