20 luglio 2019
Aggiornato 05:00
conto alla rovescia

Al via la rassegna ‘Operetta e dintorni’ promossa dal Comune di Gradisca d'Isonzo

Primo appuntamento sabato 1 aprile con ‘Ti parlerò d’amor’, poi il 20 aprile ‘Fantasia Musicale’. Biglietti in prevendita nei teatri di Gradisca e Cormons. Ingresso speciale per gli abbonati alla stagione

GRADISCA D'ISONZO - Conto alla rovescia per l’avvio della Rassegna ‘Operetta e dintorni’, organizzata dal Comune di Gradisca d’Isonzo, che prenderà il via sabato 1 aprile, alle 21, al Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d’Isonzo con ‘Ti parlerò d’amor - Dall’operetta al musical nella Berlino del 1936’ di Gianni Gori e Alessandro Gilleri, sulle musiche di K.Weill, F.Holländer, R.Stolz, R.M.Siegel, G.Gershwin.

'Operetta e dintorni'
Protagonisti dello spettacolo Marzia Postogna e Andrea Binetti diretti dal regista Tommaso Tuzzoli (scene e costumi Pier Paolo Bisleri). Nella Berlino del 1936 due sfortunati artisti di cabaret (coppia di fatto per reciproco interesse) cercano – oltre ad un lavoro sia pur precario – l’occasione per rilanciare altrove la propria carriera. L’atmosfera a Berlino non promette nulla di buono. Sono i tempi delle Olimpiadi ma anche delle leggi razziali e della persecuzione degli omosessuali ricordando il paragrafo 175, articolo del codice penale tedesco risalente al 1871 che il nazismo riformulò portando alla morte migliaia di persone. Due vite legate l'una all'altra da un sodalizio artistico e da un amore incondizionato. Lei, ebrea, sogna l'America ma nel contempo nega l'amara realtà in cui resta schiacciata a causa di un amore senza limiti per la propria città: Berlino. Lei vorrebbe raggiungere oltreoceano Marlene Dietrich che un giorno lontano le ha scritto una lettera di incoraggiamento. Lui sogna di raggiungere la libertà a Parigi (generosa nell’accoglienza verso gli artisti perseguitati), e cerca di dissuaderla dall'idea di restare. Ne nascono itinerari incrociati scanditi da situazioni comiche, da momenti di poesia, da sogni, da ricordi e dalle memorie musicali di Weill, Stolz, dalle canzoni francesi e italiane del tempo, da Gershwin: un percorso affascinante, che – pur nella scia della leggerezza – tocca anche i temi drammatici del razzismo e dell’omofobia.  Segreto del successo di Ti parlerò d’amor da Trieste a Roma è quello di coniugare divertimento, ironia, humour, brillantezza di commedia alla riflessione sulla storia e su temi civili ancora oggi di grande attualità.

Secondo appuntamento, 20 aprile
Il secondo appuntamento è fissato, invece, per giovedì 20 aprile con ‘Fantasia Musicale - Dallo Singspiel al Musical’ con Daniela Mazzucato e Max Renè Cosotti, accompagnati al  pianoforte dal Maestro Federico Consoli (una produzione Golden Show Trieste). L’amatissimo soprano Daniela Mazzucato in coppia con il tenore Max Renè Cosotti ricorderanno le pagine più belle del repertorio della 'piccola lirica' e non solo. Una carrellata di successi con due artisti dalla carriera intramontabile. Artista dalle caratteristiche vocali assai duttili e versatili, Daniela Mazzucato spazia dal repertorio barocco (Händel, Cesti, Scarlatti, Cavalli, Landi), ai principali ruoli protagonistici nelle opere di Mozart e Donizetti.Veneziana di nascita, ha compiuto gli studi di canto al Conservatorio Benedetto Marcello debuttando a soli diciannove anni nel ruolo di Gilda in Rigoletto al Teatro La Fenice di Venezia. Con il fortunato debutto al Teatro alla Scala nel 1973 nelle Nozze di Figaro (Susanna) e nell’Amore delle tre melarance con la direzione di Claudio Abbado e la regia di Giorgio Strehler, Daniela Mazzucato ha iniziato una brillante carriera internazionale che l’ha vista esibirsi in alcuni fra i più prestigiosi teatri del mondo. Ha cantato al Covent Garden di Londra, Opéra di Parigi, Hamburgische Staatsoper, Arena di Verona, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Comunale di Bologna, Teatro dell’Opera di Roma, Festival dei Due Mondi di Spoleto, New Israeli Opera di Tel Aviv, Glyndebourne Opera Festival, nonché a Francoforte, Bordeaux, Ottawa e Marsiglia. Numerose sono le sue esibizioni di successo nel campo dell’operetta. Viene regolarmente invitata al Festival dell’Operetta di Trieste. Ha inoltre cantato il ruolo protagonista ne La vedova allegra al Teatro San Carlo di Napoli e al Teatro Comunale di Bologna, Orfeo all’inferno di Offenbach e Die Fledermaus di Strauss al Teatro La Fenice di Venezia ed al Teatro Massimo di Palermo.

Prevendite
Nuovo Teatro di Gradisca d'Isonzo (0481-969753): martedì 17 - 19; sabato 10.30 -12.30.
Teatro Comunale di Cormons: lunedì e venerdì 17 - 19. Biglietto unico intero a € 15,00 e il ridotto a €12,00 destinato agli abbonati della stagione teatrale 16/17 di Gradisca. Mini abbonamento ai due spettacoli a € 24,00 per tutti.