21 agosto 2019
Aggiornato 14:00
Conservatorio di Trieste

"In the Mists" in sala Tartini, Alberto Olivo stupisce con il suo piano recital

"In the Mists" č il brano composto nel 1912 da Janįček, che riprende la musica folkloristica ceca e la arricchisce con uno stile molto personale

TRIESTE - Venerdì 31 marzo, per i concerti inverno/primavera del Conservatorio Tartini di Trieste, sarà recuperato «In the Mists», il piano recital di Alberto Olivo che era stato sospeso a febbraio per un improvviso guasto del riscaldamento della sala Tartini. Appuntamento alle 20.30 in Sala Tartini a Trieste, con ingresso libero aperto alla città, previa prenotazione. "In the Mists" è il brano composto nel 1912 da Janáček, che riprende la musica folkloristica ceca e la arricchisce con uno stile molto personale. La complessità della scrittura pianistica e la grande ricchezza timbrica sono unite a un indefinibile ma affascinante tono intimo.

Il programma
Venerdì in programma c'è la Sonata opera 10 n. 2, la sesta delle 32 Sonate di Beethoven. E poi la Sesta Sonatina di Ferruccio Busoni, una delle opere più complesse scritte dal compositore italiano: le sonorità si fanno tenui e irreali, raffigurando in modo perfetto le immagini sonore della Carmen di Bizet, opera intrisa di forte calore sensuale. Il concerto proseguirà con Tema con variazioni sul nome "Abegg", op. 1, dedicate a una fanciulla di nome Meta. Il piano recital «In the Mists» si concluderà con La Fantasia quasi Sonata, che prende ispirazione dalla Divina Commedia, molto amata da Liszt. Si tratta di una composizione ampia che assume per certi versi il respiro di una vera e propria Sonata. Il pezzo è caratterizzato da effetti timbrici senza precedenti e da passi estremamente virtuosistici. Informazioni al numero 040.6724911.