25 agosto 2019
Aggiornato 02:30
scuola

Grim e Pino: «La gestione unitaria permetterà un salto di qualità»

Le rappresentanti del Pd: «Dare vita al sistema integrato primo ciclo, composto da scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, con il secondo ciclo di scuole è proficuo per il nostro territorio»
Diario di Trieste

TRIESTE - «L’amministrazione unitaria del patrimonio scolastico permetterà un salto di qualità nella gestione degli istituti, che va dalle opere di ristrutturazione al mantenimento delle palestre». Lo affermano Antonella Grim, consigliere comunale a Trieste e segreteria regionale del Pd, e Adele Pino, segretaria del Pd di Trieste. «Dare vita al sistema integrato primo ciclo, composto da scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, con il secondo ciclo di scuole, cioè le secondarie di secondo grado, è proficuo per il nostro territorio - spiegano - Avremo infatti una visione più omogenea che ci permetterà di prendere scelte più lungimiranti relativamente alle grandi ristrutturazioni e all’utilizzo degli spazi, partendo dal presupposto che, in conseguenza della riforma della Buona scuola, sono già stati creati degli ambiti di collaborazione tra i dirigenti scolastici dei vari ordini di scuola». 

Lavorare per ottenere i finanziamenti
Secondo Grim e Pino «questa gestione unica possa migliorare la gestione delle palestre scolastiche per entrambi i cicli di scuola. In generale, sarà una grande occasione per dare più forza a una visione dell’offerta scolastica che risponda maggiormente ai bisogni del territorio». Fondamentale sarà continuare a lavorare, «come fatto dalla Giunta Cosolini, per ottenere finanziamenti adeguati, che rispondano alle necessità di un patrimonio scolastico vetusto come il nostro. Dobbiamo cioè proseguire l’attività di ristrutturazione e risanamento degli immobili che la Provincia di Trieste in questi anni ha portato avanti con un investimento di oltre 20 milioni di euro».