13 maggio 2021
Aggiornato 04:30
Cultura

L'amore per la corsa in un libro: arriva alla Ubik il best seller di Elena Padovese

Il volume "Trasforma la tua vita attraverso il movimento" sarà introdotto dal giornalista sportivo Roberto De Grassi con la partecipazione della campionessa olimpionica di maratona Anna Incerti

TRIESTE - Con le sue semplici «istruzioni per l’uso» ha portato anche la madre sessantaduenne a infilare le scarpe da ginnastica per correre tutti i 21 km della mezza maratona. Ha fatto macinare chilometri d’asfalto a persone che prima, per pigrizia o per peso eccessivo, non si spostavano dal divano di casa. Per convincerli ci ha messo tutta la passione e le competenze di chi ha una lunga esperienza sul campo e un amore smodato per la corsa, il triathlon e l’attività fisica di resistenza, quella che mette alla prova mente e corpo simultaneamente. Ora le ricette di Elena Padovese, maratoneta e personal trainer, dottorata in Scienze del farmaco all’Università di Trieste e neomamma, sono raccolte in un libro, "Trasforma la tua vita attraverso il movimento». Appena uscito per la casa editrice Mind nella collana "Le vie del successo», il volume è subito entrato nella classifica dei Bestseller Amazon. Sarà presentato a Trieste lunedì 10 aprile alle 18 alla libreria Ubik di Piazza Borsa dal giornalista sportivo Roberto De Grassi e dall’autrice, con la partecipazione della campionessa olimpica di maratona Anna Incerti e del medico esperto di nutrizione Luciano Rizzo.

Il libro
La sfida lanciata dal libro al lettore, che verrà guidato passo per passo verso la meta, divertendosi pure, è quella della mezza maratona, che per l’autrice è un’impresa alla portata di tutti, indipendentemente dall’età e dalla preparazione atletica di partenza. Ma per raggiungere la meta ci sono tutti i consigli utili per un allenamento che dev’essere, prima di tutto, mentale, passando poi per una corretta nutrizione e un programma d’allenamento step by step. Che la mente c’entri parecchio nella corsa di lunga distanza Elena Padovese lo ha verificato frequentando il MICAP (Master Internazionale in Coaching ad Alte Prestazioni), che tra le prove richieste ai suoi diplomati mette anche la maratona. «La maratona è una metafora della vita - spiega l’autrice -: è fatta di alti e bassi, di una curva dopo l’altra, che percorri senza sapere cosa troverai dopo. Per la sua lunghezza ti insegna a reclutare le risorse di cui hai bisogno quando ne hai bisogno, a imparare a riconoscerle. Ti insegna a gestire il tuo corpo e la tua mente nei momenti di crisi e a calibrare le forze».