29 giugno 2017
Aggiornato 04:00
la riunione

Serracchiani: «Il porto di Trieste è in buone mani»

La presidente del Friuli Venezia Giulia al termine nella prima riunione del Comitato di gestione dell'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico Orientale: «In questo modo siamo in grado di rafforzare i traffici e di semplificare i processi amministrativi»

(© Regione Friuli Venezia Giulia)

TRIESTE - «Il porto di Trieste è in buone mani e sta diventando un fiore all'occhiello per tutto il Paese». Così si è espressa la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani al termine nella prima riunione del Comitato di gestione dell'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico
Orientale che si è tenuta oggi a Trieste. Una riunione definita "storica" dal presidente dello scalo Zeno D'Agostino, perché è stata la prima del nuovo organismo, che nella riformulazione
dettata dalla riforma Delrio prevede «una riduzione dei componenti, la quale permette un dinamismo che il Comitato non aveva in passato», nella composizione precedente alla nuova
normativa nazionale. Del Comitato di gestione fanno parte, oltre alla guida dell'Authority che ha competenza sui porti di Trieste e Monfalcone, la Regione Friuli Venezia Giulia - con la presidente Serracchiani -, il Comune di Trieste - con il sindaco Roberto Dipiazza - e la Capitaneria di porto - con il capitano di vascello Luca Sancilio. «L'Autorità portuale di sistema è ciò che serviva a questa parte d'Italia - ha osservato Serracchiani - perché con essa siamo in grado di rafforzare i traffici, di semplificare i processi amministrativi, di proiettarci con lungimiranza nelle attività che svolgeremo all'interno del porto e di andare alla ricerca di risorse importanti per il suo futuro».

Passato e futuro
Nel corso della prima riunione dell'organismo portuale, accanto ad alcuni passaggi regolamentari - tra i quali il "via libera" alla facoltà di coinvolgere nelle riunioni con diritto di
intervento ma non di voto i Comuni di Monfalcone e di Muggia -, Mario Sommariva è stata confermato nell'incarico di segretario generale dell'Autorità di sistema portuale. «Il lavoro che è stato fatto in questi anni dal presidente D'Agostino e dal segretario generale Sommariva è davvero encomiabile - ha rilevato la presidente del Friuli Venezia Giulia -: sono riusciti nello
sforzo di fare cose che in questo porto si attendevano da anni, come ad esempio l'attivazione dell'Agenzia del lavoro, dal valore straordinario, e la delibera, che abbiamo approvato oggi, che introduce nel porto un accordo sindacale di secondo livello
». Il contratto integrativo aziendale per il personale dell'Authority, secondo la presidente della Regione, «va nella direzione giusta di valorizzare le nostre competenze professionali». Tra i temi affrontati dalla riunione, infine, quello dei gettoni di presenza: sia la presidente Serracchiani, sia il sindaco Dipiazza hanno annunciato che rinunceranno ai propri gettoni per l'attività nel Comitato di gestione.