29 giugno 2017
Aggiornato 04:00
musica

Arriva a Trieste Jean-Baptiste Robin, organista della Cappella reale del Castello di Versailles

Gran finale per la Stagione inverno/primavera 2017 del Conservatorio di Trieste: mercoledì 19 aprile, alle 20.30 nella Sala Tartini, “Pièces d'orgue", con protagonista il grande successore di François Couperin e Louis Marchand

(© diario di trieste)

TRIESTE – Gran finale per la Stagione inverno/primavera 2017 del Conservatorio di Trieste: mercoledì 19 aprile, alle 20.30 nella Sala Tartini, «Pièces d'orgue", con protagonista il grande interprete Jean-Baptiste Robin. Il programma proposto si configura come retrospettiva della grande tradizione organistica francese, retrospettiva pensata e prodotta da un esecutore che di quella grande tradizione è parte viva: Jean-Baptiste Robin, successore di François Couperin e Louis Marchand alle tastiere dell'organo della Cappella Reale del Castello di Versailles. Il viaggio musicale si dipana dalle atmosfere dorate e lussureggianti dell'Ancien Regime, per toccare i momenti inquieti ed eroici del secolo XIX, con l'alternarsi continuo di imperi e repubbliche (Widor è stato il testimone privilegiato di quest'epoca), per poi addentrarsi nel tormentato secolo breve - che vedrà assurgere tra le macerie di due conflitti mondiali, figure carismatiche come quella di Maurice Duruflé - e in un secolo XXI ricco di incognite ed innovazione. Il maestro Robin sarà l'ultimo anello di questa prestigiosa catena. Un piccolo diversivo: gli accenni a due grandi autori della tradizione tedesca, J. S. Bach e Felix Mendelssohn-Bartholdy, il primo, grande ammiratore della musica di De Grigny e Couperin, il secondo, direttamente presente sul suolo francese come affermato concertista di pianoforte e organo.

Supplemento alla testata giornalistica «Diario del FVG» registrata presso il Tribunale di Udine n. 11/2016 del 14/08/2016