17 dicembre 2018
Aggiornato 01:00

Trieste celebra il 72° anniversario della Liberazione

La cerimonia celebrativa principale avrà luogo nella mattinata di martedì 25 aprile, con inizio alle 11, alla Risiera di San Sabba, dove si terrà una solenne commemorazione, con la deposizione di corone d’alloro, la celebrazione dei riti religiosi

TRIESTE - Nel 72° anniversario della Liberazione, diverse cerimonie e manifestazioni commemorative e iniziative culturali collaterali avranno luogo, organizzate dal Comune di Trieste assieme alle altre Istituzioni cittadine. Questa mattina una delegazione guidata dal vicesindaco Pierpaolo Roberti, deporrà corone d’alloro al Cippo della Resistenza nel Parco della Rimembranza, al monumento ai caduti in via dell’Istria, sulla lapide ai caduti antinazisti del 1944 in via Massimo D’Azeglio, sulla targa che in Strada di Guardiella 25 ricorda i caduti italiani e sloveni di San Giovanni, in via Ghega a ricordo dei martiri del 1944 e sul cippo commemorativo che al Poligono di Opicina ricorda i fucilati condannati dal Tribunale Speciale. Alle ore 14.50 circa, una delegazione dell’amministrazione comunale di Muggia deporrà una corona al monumento dedicato ad Alma Vivoda, in via Pindemonte. Interverrà anche il Presidente del Consiglio Comunale di Trieste Marco Gabrielli, che deporrà un mazzo di fiori a nome dell'amministrazione. 

La cerimonia del 25 aprile
La cerimonia celebrativa principale avrà luogo quindi nella mattinata di martedì 25 aprile, con inizio alle 11, alla Risiera di San Sabba, dove si terrà una solenne commemorazione, con la deposizione di corone d’alloro, la celebrazione dei riti religiosi cattolico, evangelico, serbo-ortodosso, greco-ortodosso ed ebraico, interventi delle Autorità cittadine. La cerimonia prenderà avvio con l'ingresso dei Gonfaloni di Muggia, decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare, e di Trieste, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare, alla presenza del picchetto d'ordinanza del Reggimento Piemonte Cavalleria Secondo e dei gonfaloni della Regione e di tutti i Comuni della provincia. Accanto alle Autorità saranno presenti i rappresentanti e i labari di Enti, Associazioni dei Deportati e Perseguitati Politici Antifascisti, Partigiani, Volontari della Libertà, Caduti e Associazioni Combattentistiche e d’Arma, dei Sindacati e del Comitato Internazionale del Lager Nazista della Risiera di San Sabba. E ancora, la bandiera della Brigata Ebraica che, inquadrata nell'Ottava Armata dell'Esercito Britannico, contribuì alla liberazione d'Italia. Avrà luogo quindi la deposizione di una corona congiuntamente da parte della Presidente della Regione Debora Serracchiani, del Prefetto e Commissario del Governo Annapaola Porzio e del Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza. Una successiva corona commemorativa congiunta sarà deposta dai Sindaci di Duino Aurisina/Devin-Nabre¸ina, Monrupino/Repentabor, Muggia, San Dorligo della Valle/Dolina e Sgonico/Zgonik. E ancora un'altra corona da parte dei rappresentanti dei gruppi e delle Associazioni, cui seguirà l’intervento di una rappresentante dei Sindacati. Infine, i riti religiosi: il cattolico officiato dall'Arcivescovo Crepaldi, l'ebraico dal Rabbino Meloni, il greco–ortodosso dall'Archimandrita Miliaris, il serbo-ortodosso dal parroco di San Spiridione Radovic, l'evangelico dal Pastore Marchetti in rappresentanza delle diverse Comunità evangeliche.  

Eventi culturali
Lo stesso Comune di Trieste ha inoltre organizzato un programma di manifestazioni culturali collaterali (consultabile anche sui siti della Retecivica e su www.triestecultura.it). Oggi, sempre alla Risiera di San Sabba, alle 18, sarà presentata la biografia di Zora Perello, a cura di SKGZ, ANPI e ANED. L'incontro sarà introdotto dalla prof. Dunja Nanut e sarà arricchito da letture di passi della biografia in sloveno e italiano; mercoledì 26 aprile, ultimo appuntamento della rassegna cinematografica «Per non dimenticare», organizzata dal Circolo «Charlie Chaplin», con la presentazione del film «Fuga per la vittoria» di John Huston. Proiezioni nella sede di via Valdirivo 30, al mattino alle ore 9 per le scuole (nel cinema teatro di piazzale Rosmini in caso di maggior affluenza) e alla sera alle 20.30 per tutti (informazioni e prenotazioni scolastiche al tel. 328-907.4018). Una «coda estiva» del programma sarà più in là, domenica 2 luglio, alle ore 18, sempre in Risiera, con la 4° edizione del Festival «Viktor Ullmann» di «musica degenerata», concentrazionaria e dell'esilio.