23 ottobre 2018
Aggiornato 22:30

Link 2017 chiude dopo tre giorni di sold out, Augias trova un sosia al Museo Revoltella

Nella Fincantieri Newsroom di Piazza della Borsa è stato sold out ininterrotto per trenta incontri con un centinaio di grandi nomi dell’informazione e della comunicazione italiana che si sono alternati nell’arena del buon giornalismo

TRIESTE – Con una domenica di pubblico straordinario, sin dalle prime ore del mattino, giunge a conclusione l’edizione 2017 di Link, il festival del buon giornalismo realizzato dal Premio Giornalistico internazionale Marco Luchetta a cura di Francesca Fresa, per l’organizzazione di Prandicom. Nella Fincantieri Newsroom di Piazza della Borsa è stato sold out ininterrotto per trenta incontri, da venerdì 21 a domenica 23 aprile, con un centinaio di grandi nomi dell’informazione e della comunicazione italiana che si sono alternati nell’arena del buon giornalismo. Il festival ha trovato il pieno sostegno di Fincantieri e l’apporto della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, main mediapartner la Rai, con Radio1, Rainews24 e Rai FVG e il quotidiano Il Piccolo. Hanno collaborato all’edizione 2017 l’Ordine dei Giornalisti FVG e la FNSI. 

Che successo!
«Non ci interessano i numeri, ma è evidente che il buon giornalismo in piazza piace molto, anzi moltissimo. In questi giorni si è faticato a trovare posto nella Fincantieri Newsroom e il pubblico ci ha seguito anche accalcandosi a lungo in piedi – spiega la curatrice Francesca Fresa - Merito certamente della formula di Link, che permette di cogliere in presa diretta l’attualità delle breaking news, come è successo questi giorni, e di condividere con gli spettatori i contenuti più vivi e interessanti. Sul caso di Gabriele Del Grande siamo stati aggiornati da un’inviata davvero speciale, Lucia Goracci che non ha potuto raggiungerci per esigenze di servizio, ma si è collegata col festival per raccontare l’evoluzione della situazione. Siamo stati interlocutori della famiglia e della legale del filmaker per l’appello alla liberazione lanciato proprio da Link, a firma dei giornalisti italiani e del presidente FNSI Giuseppe Giulietti. Abbiamo dibattuto di Brexit e delle prospettive legate al voto francese con gli inviati ed editorialisti che ogni giorno resocontano e commentano questi scenari, come Stefano Tura e Antonio Di Bella. E’ grande la nostra soddisfazione per il riscontro di Link, da parte di chi ci ha raggiunto a Trieste ma anche da chi ha rilanciato i nostri tempi, facendo di #LINK2017 il trending topic della giornata di domenica su twitter». 

Appuntamento al prossimo anno
Il festival del buon giornalismo rinnova il suo appuntamento all’aprile 2018, con una formula che si preannuncia sempre più interattiva e sempre più calata nell’attualità degli eventi e delle news. Confermata anche la formula delle serate di Link, che portano in scena il giornalismo con vere e proprie narrazioni multimediali: proiezioni, storytelling e performance hanno scandito gli eventi scenici organizzati per raccontare fatti e personaggi, come nel caso di Muhammad Ali riletto da Emanuela Audisio e Paolo Vidoz, della Trieste narrata da Nicolò Giraldi con illustrazioni e musiche live, e di una famiglia di migranti d’eccezione fra Genova e Buenos Aires, i Bergoglio narrati da Massimo Minella. «Tra gli incontri più coinvolgenti certamente quelli con Alan Friedman e Corrado Augias – spiega Francesca Fresa – E Trieste ha regalato ad Augias una chicca inattesa: l’incontro, al Museo Revoltella, con un suo ‘sosia pittorico’, raffigurato in un ritratto di Giuseppe Tominz. Una somiglianza davvero sorprendente».