17 novembre 2018
Aggiornato 07:30

Trieste, "Cuore d'Europa": per "Travel 356" è tra le 15 città italiane da visitare

Il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive e al Turismo, Sergio Bolzonello, ha commentato la graduatoria stilata dal sito che si occupa di diffondere esperienze, informazioni, notizie, curiosità legate ai viaggi
(diario di trieste)

TRIESTE - «Il fatto che Trieste compaia come "new entry" all'11° posto della classifica "Travel 356" delle 15 città italiane da visitare nel 2017 è un ulteriore segnale della crescente percezione del Friuli Venezia Giulia come territorio da scoprire in chiave turistica». Lo ha affermato il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive e al Turismo Sergio Bolzonello, commentando la graduatoria stilata dalla redazione dell'importante sito che si occupa di diffondere esperienze, informazioni, notizie, curiosità legate ai viaggi. Ai primi tre posti della classifica figurano, rispettivamente, Venezia, Roma e Firenze, mentre Trieste è al primo posto tra le "nuove entrate" della "Top 15".

Perchè scegliere Trieste
«La bellezza intrinseca della città e le sue indubbie attrattive sono un dato di fatto - ha rilevato Bolzonello -, ma ciò che conta è essere individuati e riconosciuti ed entrare nel flusso
delle valutazioni autorevoli che sollecitano l'interesse dell'opinione pubblica. In particolare i giudizi lusinghieri di osservatori giovani e ben radicati sul web sono un alimento prezioso che è indice di un'attività promozionale di successo
». Secondo la redazione di "Travel 365 - viaggi e vacanze in Italia e nel mondo", il periodo ideale per visitare Trieste è la primavera-autunno. I tre motivi principali che giustificano un soggiorno nel capoluogo regionale sono l'essere "il Cuore d'Europa", le sue architetture religiose, civili e militari e l'atmosfera magica. «Questi rilievi dimostrano come l'essere il punto di incontro tra il Mediterraneo, il mondo slavo e quello germanico - ha concluso Bolzonello - rappresenti per il Friuli Venezia Giulia un atout emozionale unico, che si combina con le bellezze naturalistiche di cui siamo sempre stati dotati e con un talento nell'ospitalità via via più affinato e diffuso».