Sport | sport

Presentato il 26° Torneo di calcio “Memorial Cociani”: in campo giovani di ben 5 Paesi

Parteciperanno societą madri “blasonate” quali le italiane Juventus, Udinese e Pordenone, la Stella Rossa di Belgrado, l'austriaca Sturm Graz, il Rijeka di Fiume e la slovena “Koper”, oltre che della stessa San Luigi

TRIESTE - E' stato presentato nel Salotto Azzurro del Municipio, il 26° Torneo di calcio per la categoria «giovanissimi» «Memorial Cociani», organizzato dalla ASD San Luigi Calcio, che si svolgerà sabato 6 e domenica 7 maggio, quest'anno in una veste particolarmente qualificata e di ancor maggiore ampiezza internazionale, venendo a sfidarsi sul campo di via Felluga le compagini giovanili di ben cinque Paesi e di società madri «blasonate» quali le italiane Juventus, Udinese e Pordenone, la Stella Rossa di Belgrado, l'austriaca Sturm Graz, il Rijeka di Fiume e la slovena «Koper», oltre che della stessa San Luigi. A illustrare il significativo evento sportivo sono intervenuti l'assessore comunale allo Sport Giorgio Rossi, il Presidente del San Luigi Calcio Ezio Peruzzo, il Presidente regionale della Federazione Gioco Calcio (FIGC) Ermes Canciani e il Delegato provinciale FIGC Domenico Nicodemo. 

Le parole dell'assessore Rossi
Ha esordito l'assessore Rossi, che ha voluto sottolineare «l'importanza assoluta dello sport, a fianco della cultura, entrambi punti di riferimento inderogabili per la crescita della nostra Città e, più in generale, fattori rilevanti per cercare di superare una crisi che non è solo economica ma prima ancora etica e valoriale». «Lo sport invece – ha proseguito Rossi  – è un'arma potente per combattere l'ignoranza e la chiusura mentale e spirituale, insegnando a comportarsi con onore e lealtà, e ad accettare la forza degli altri e anche le sconfitte per poi ripartire con maggior decisione. E insegna anche a costruire ponti e non muri, proprio come questo bellissimo Torneo che vedrà gareggiare assieme nel prossimo fine settimana giovani italiani, austriaci, serbi, croati e sloveni, e stare affiancate le loro famiglie a sostenere i loro ragazzi con un tifo onorevole». 

Passato e futuro
E' toccato poi al presidente regionale FIGC Canciani rivolgere al San Luigi i più vivi complimenti per l'aver messo in atto un'organizzazione così impegnativa con il coinvolgimento di società così significative, rimarcando anche lui l'importanza degli incontri transfrontalieri e internazionali. Il delegato provinciale federale Nicodemo ha voluto poi rivolgere un pensiero particolare ai genitori e a tutti i familiari che sabato prossimo verranno a Trieste da altre città e Paesi per accompagnare i loro piccoli campioni. La parola è passata poi al presidente della società biancoverde, Ezio Peruzzo, che ha quindi tracciato la storia del Torneo, sempre più cresciuto, dalla prima edizione del 2010, fino alla recente opportunità del suo allargamento internazionale ad ampio raggio, grazie sia ad alcuni contatti con sportivi serbi incontrati a Trieste, sia grazie al sempre più stretto rapporto con la Juventus e con la sua Scuola di calcio. Peruzzo ha concluso ringraziando Comune, Regione e FIGC per gli indispensabili supporti ottenuti, osservando come «non sarà ora così facile per il San Luigi, rispetto agli anni precedenti, piazzarsi nel Torneo avendo di fronte squadre così sperimentate e «blasonate». Dovremo perciò impegnarci al massimo, e, comunque, su questa strada intendiamo proseguire, cercando anzi per i prossimi anni di «allargare» ancor di più le prestigiose presenze esterne. A maggior lustro della nostra Società e di Trieste tutta!». 

Il Torneo «Memorial Cociani», che vedrà le otto squadre suddivise in due gironi, si articolerà in una fase eliminatoria, con le gare di qualificazione che si svolgeranno sabato 6 maggio, a partire dalle ore 9 del mattino e fino alle 19, cui seguiranno le finali, domenica 7, con inizio alle 9.30 e conclusione verso l'ora di pranzo (l'ultima partita, fra la prima squadra qualificata del girone A e la prima del girone B, comincerà alle 12.30).