12 dicembre 2018
Aggiornato 15:30

Risonanze fa scoprire l’arte liutaia in città

Concerto-lezione sabato 6 maggio a Trieste, nella sala Beethoven di via del Coroneo 15
Risonanze fa scoprire l’arte liutaia in città
Risonanze fa scoprire l’arte liutaia in città (AdobeStock | rbr09-Dg062015)

TRIESTE – Risonanze, il festival musicale e artistico in programma in Valcanale, nella foresta dei violini, dal 14 al 18 giugno 2017, ‘scende’ in città. Sabato 6 maggio, alle 18, nella sala Beethoven di via del Coroneo 15, a Trieste, andrà in scena «La liuteria. L’arte di far suonare il legno», evento promosso in collaborazione con l’associazione culturale 'Friedich Schiller' e con Deutscher Hilfsverein, con il contributo de 'Le Fondazioni Casali'.

Il quartetto d'archi 'Ars Nova' e il chitarrista Vincenzo Sandro Brancaccio
Quando ci si reca in un negozio di strumenti musicali per acquistare un violino o una chitarra, non ci si chiede da dove provenga il legno dello strumento, com’è stato trattato e chi l’ha modellato. Durante la serata di sabato i liutai Luca e Andrea Pontedoro, formatisi alla scuola calabra di De Bonis e operanti a Trieste, racconteranno al grande pubblico il loro mestiere, unico al mondo e orgoglio tutto italiano. Il quartetto d'archi 'Ars Nova' e il chitarrista Vincenzo Sandro Brancaccio, inoltre, renderanno unico l’appuntamento con esempi musicali del grande repertorio classico, facendo sentire la differenza acustica tra il suono prodotto da strumenti non curati artigianalmente e strumenti prodotti dalla raffinata ricerca dei liutai. Perché quella liutaria è un'arte raffinata perfezionata nel corso dei secoli per far risuonare al meglio ogni singola fibra del legno.
Il programma della serata prevede l’esecuzione di brani di Luigi Boccherini (La Musica notturna per le strade di Madrid e La ritirata di Madrid), Sylvius Leopold Weiss (Fantasia) e Francisco Tárrega (Variazioni sul tema del Carnevale di Venezia).

Informazioni più dettagliate sul festival ‘Risonanze’ e sul concerto del 6 maggio sono reperibili sul sito internet www.risonanzefestival.com o sulla pagina Facebook dedicata. C’è anche un hashtag che è #Risonanze2017. L’evento è organizzato dal Comune di Malborghetto-Valbruna con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Friuli.