25 settembre 2020
Aggiornato 14:00
Il talent show

C'è anche Trieste fra i vincitori di FameLab Italia

Tiziano Suràn della SISSA di Trieste si è aggiudicato il premio del pubblico alla gara nazionale di Famelab, il talent show della comunicazione scientifica, che si è svolta a Roma il 12 maggio

TRIESTE - C'è anche Trieste fra i vincitori di FameLab Italia, il talent show della comunicazione scientifica che si è svolto il 12 maggio a Roma: Tiziano Suràn, dottorando alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, si è infatti aggiudicato il premio del pubblico nella gara che sfida i giovani ricercatori scientifici con il talento della comunicazione a raccontare in soli 3 minuti il proprio oggetto di studi o un argomento scientifico che li appassiona. Tiziano Suràn, 24 anni, dottorando in Neuroscienze Cognitive alla SISSA, ha coinvolto il pubblico dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, parlando dell'ansia, della paura, e di come nel nostro cervello, che reagisce allo stesso modo di fronte a realtà e immaginazione, queste si alimentino a vicenda, creando un circolo vizioso dal quale si può uscire solo spostando l'attenzione sui nostri sensi e smettendo di pensare per un attimo, per riprendere contatto con la realtà. 

Le fasi della gara
Suràn ha avuto accesso alla gara di Roma dopo aver superato nel febbraio scorso la selezione locale di Trieste – organizzata da Immaginario Scientifico, Area Science Park, Comune di Trieste, SISSA-Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, Università degli Studi di Trieste e Università degli Studi di Udine – aggiudicandosi in quell'occasione sia il secondo posto che il premio del pubblico del Teatro Miela. I venti finalisti della gara nazionale di Roma, provenienti dalle 10 città italiane in cui si sono svolte le selezioni locali, hanno condiviso con il numeroso pubblico la passione per la ricerca e la bellezza della scienza. Al primo posto si è classificata una giovane studentessa dell’Università di Pisa Giulia Melchiorre, che ora partirà alla volta del Cheltenham Science Festival, per la finale internazionale.