25 febbraio 2018
Aggiornato 01:00
Il monumento

Ripristinata l'illuminazione notturna dello storico Obelisco di Opicina

L'impianto di illuminazione del monumento è stato ora completamente rinnovato e funzioni negli stessi orari dell'illuminazione pubblica. L'assessore Giorgi: «L'immagine del borgo sarà arricchita»

L'Obelisco di Opicina (© Comune di Trieste)

TRIESTE - E' stata ripristinata nei giorni scorsi, e dopo un periodo di «oscuramento» di molti anni, l'illuminazione notturna dello storico Obelisco di Opicina, monumento di grande valenza simbolica e peculiarmente rappresentativo di questo punto specifico del nostro territorio, per la sua collocazione al punto finale della Strada per Opicina, ovvero della salita dalla città verso l'Altipiano Carsico; oltre che, come noto, all'inizio della Strada pedonale «Vicentina» (più conosciuta come «Napoleonica») che conduce al borgo di Prosecco. Ne dà notizia l'assessore al Patrimonio e Demanio Lorenzo Giorgi che, nel riferire come, tramite un intervento di manutenzione straordinaria, l'impianto di illuminazione del monumento sia stato ora completamente rinnovato e funzioni negli stessi orari dell'illuminazione pubblica, si dice anche certo che «questa nuova illuminazione contribuirà a un ulteriore arricchimento dell'immagine complessiva del borgo di Opicina, di cui l'Obelisco è il simbolo per eccellenza, favorendone l'attrattività e quindi anche il buon risultato delle sue attività economiche e commerciali, obiettivo che rientra pienamente nel programma di valorizzazione dei rioni e dei borghi periferici che è proprio di questa amministrazione». 

Il Consorzio
Dal canto suo, una viva soddisfazione per quello che può venir considerato, dopo una lunga attesa, quasi un avvenimento è stata espressa dal Consorzio Centro in Via «Insieme a Opicina – Skupaj na Opčinah» presieduto da Nadia Bellina, primo «firmatario», a nome degli esercizi consorziati e di molti residenti e assieme all'Associazione per la Difesa di Opicina e all'Associazione Culturale «Marino Simic», di una specifica richiesta di ripristino dell'illuminazione inviata al Comune di Trieste. «Finalmente, dopo molti anni di buio il nostro Obelisco – osserva il Consorzio opicinese - tornerà a mostrarsi al pubblico quotidianamente illuminato durante le ore serali. Riteniamo di poter dire che questo è un grande risultato per Opicina e per l'intera città: grazie a tutti quelli che tanto si sono prodigati affinché uno dei simboli di Opicina potesse ritornare a essere sempre visibile anche da molti punti della città sottostante, indicando, quasi come un prezioso faro, la «strada giusta» verso l'Altipiano! Per segnalare e far sapere a tutti che anche qui vi sono attività, attrattive pregevoli, interessanti richiami storici e culturali, assieme a quelli gastronomici e artigianali; il che è obiettivo primario del nostro Consorzio». Dal punto di vista tecnico, i tre nuovi «corpi illuminanti» installati, di primaria marca, sono del tipo ad altissima efficienza e a bassi consumi energetici (tipo LED), dotati di lampade con colore della luce equivalente a quella dei faretti originali.