17 dicembre 2018
Aggiornato 10:30

Presentata a Gorizia la 31ma edizione di "Musica cortese"

Il Festival internazionale di musica antica nei centri storici del Friuli Venezia Giulia ha per tema 'Iter - Il Viaggio', un file rouge che ne tesse le molteplici accezioni e varie declinazioni di significato, fisico spirituale e culturale. Ingresso libero
Presentata a Gorizia la 31ma edizione di "Musica cortese"
Presentata a Gorizia la 31ma edizione di "Musica cortese" (Dramsam - Centro Giuliano di Musica Antica)

GORIZIA - Musica cortese. Festival internazionale di Musica antica nei centri storici del Friuli Venezia Giulia ha scelto per l’edizione 2016-2017 il tema Iter - Il Viaggio, un file rouge che ne tesse le molteplici accezioni e varie declinazioni di significato, fisico spirituale e culturale. Il programma del Festival, organizzato dal Dramsam - Centro giuliano di musica antica, direttore artistico Valter Colle, curatori Alessandra Cossi e Fabio Accurso, proporrà un calendario di 8 concerti estivi, con inizio il 1° giugno e si concluderà l’8 luglio. Tutti i concerti sono a ingresso libero con inizio alle 21 salvo diversa indicazione.

L'inizio giovedì 1 giugno alle 21
Il via alla manifestazione, giunta alla 31esima edizione dunque fra le più longeve e seguite della regione, sarà giovedì 1 giugno alle 21 a Udine nel Salone del Parlamento con uno spettacolo dedicato alla danza nelle corti del Rinascimento italiano con protagonista il gruppo 'Il Ballarino', venerdì 9 a Gradisca d’Isonzo nel cortile di Palazzo Torriani l’ensemble Collegium Pro Musica proporrà un repertorio di musiche, antiche e moderne, dal medio oriente, mentre il 10 al Castello di Gorizia Marco Beasley, Stefano Rocco e Fabio Accurso si esibiranno in 'Dowland. Viaggio in Italia'. Si proseguirà il 17 sempre nel capoluogo isontino alla Fondazione Carigo, con il musicista Bor Zuljan. Il 20 Musica Cortese si sposta per la prima volta a Trieste nel Tempio Serbo-Ortodosso dove si esibirà il duo serbo Ratko e Radisa Teofilovic, mentre il 28 a Valvasone il gruppo Musica Historica proporrà un viaggio musicale nelle corti rinascimentali del centro Europa.

 

Gli appuntamenti di luglio
Due gli appuntamenti nel mese di luglio: giovedì 6 nella Sinagoga di Gorizia con Lucidarium Ensemble che eseguirà un repertorio della tradizione ebraica veneziana fra Quattrocento e Cinquecento e infine sabato 8 a Udine nell’Oratorio del Cristo dove l’Ensemble Dramsam proporrà 'Il Codex Buranus', manoscritto tra il XII e la prima parte del XIII.«Il tema del viaggio, fisico, mistico e culturale, proposto attraverso la musica, la danza e i testi è declinato in repertori molto diversi tra loro», scrive la curatrice Alessandra Cossi nel programma della rassegna, in distribuzione in formato cartaceo e in rete sul sito www.damsam.org e su facebook.com/dramsamcgma.
I concerti spazieranno dal Medioevo al Rinascimento, con incursioni nelle musiche di tradizione europee e orientali. Novità di questa edizione saranno le sedi della Sinagoga di Gorizia e del tempio serbo-ortodosso di Trieste che, per la prima volta, sono inserite nel percorso di valorizzazione di luoghi della regione fra i più belli e suggestivi del territorio.

Musica Cortese Festival internazionale di Musica antica nei centri storici del Friuli Venezia Giulia è organizzato con il sostegno della Regione Friuli-Venezia Giulia e delle Fondazioni CariGo e Crup, in partenariato con la Croce Rossa di Gorizia, le accademie Jaufre Rudel di studi medievali e d’Arte Drammatica 'Nico Pepe'. Collaborano, fra gli altri i comuni di Gorizia e di Gradisca d’Isonzo con il patrocinio del Mibact – Biblioteca statale isontina.