19 aprile 2021
Aggiornato 04:00
Carta di Intenti della Ready

Pari opportunità: Panariti, il Fvg nella rete anti-discriminazioni

"In collaborazione con il Garante abbiamo in diverse occasioni sostenuto azioni volte a promuovere l'identità, la dignità e i diritti delle persone lgbt, riconoscendone scelte individuali e affettive nei diversi ambiti della vita familiare, sociale, culturale e lavorativa"

TRIESTE - La Regione Friuli Venezia Giulia, su proposta dell'assessore alle Pari opportunità, Loredana Panariti, aderisce alla Carta di Intenti della Ready, la rete nazionale delle pubbliche amministrazioni, condividendone i contenuti anti-discriminatori relativamente ad orientamento sessuale e identità di genere. "Fin dall'inizio dell'attuale legislatura - ha evidenziato Panariti - l'impegno per la tutela dei diritti delle persone è stato considerato prioritario e, in armonia con quanto previsto dalla normativa internazionale, europea e statale, è stato istituito, nel Consiglio regionale, l'organo Garante dei diritti della persona cui sono state attribuite, tra l'altro, importanti funzioni in tema di attività di informazione e assistenza alle vittime, segnalazione delle violazioni e raccolta di dati".

"In collaborazione con il Garante - ha aggiunto l'assessore - abbiamo in diverse occasioni sostenuto azioni volte a promuovere l'identità, la dignità e i diritti delle persone lgbt, riconoscendone scelte individuali e affettive nei diversi ambiti della vita familiare, sociale, culturale e lavorativa». "Aderire alla Ready - ha concluso Panariti - significa anche dare visibilità a quanto è stato fatto in alcune realtà locali del Friuli Venezia Giulia, diffondendo così buone prassi su tutto il territorio nazionale affinché diventino patrimonio comune".