22 marzo 2019
Aggiornato 03:00
ricerca

Fvg-Massachusetts Institute of Technology: ok alla bozza di accordo

La bozza di accordo fa seguito alla visita istituzionale al Mit del maggio 2016 e al successivo Forum Fvg-Usa di luglio 2016 che posero le basi per l'ingresso della Regione Friuli Venezia Giulia nel Programma Mit Italy, con lo scopo di favorire le relazioni tra l'Italia e l'istituto di Massachusetts, considerato una delle più importanti università degli Stati Uniti e del mondo.
La Sissa
La Sissa Diario di Trieste

TRIESTE - La Giunta regionale ha approvato la bozza di accordo quadro e la scheda di progetto di iniziativa diretta "Fvg-Mit" per l'avvio del programma di collaborazione tra il Friuli Venezia Giulia e il Massachusetts Institute of Technology. Il provvedimento è stato proposto dalla presidente Debora Serracchiani, di concerto con l'assessore alla Ricerca e all'Università Loredana Panariti. La bozza di accordo fa seguito alla visita istituzionale al Mit del maggio 2016 e al successivo Forum Fvg-Usa di luglio 2016 che posero le basi per l'ingresso della Regione Friuli Venezia Giulia nel Programma Mit Italy, con lo scopo di favorire le relazioni tra l'Italia e l'istituto di Massachusetts, considerato una delle più importanti università degli Stati Uniti e del mondo. Successivamente, ad agosto del 2016 Regione, ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca e ministero degli Affari esteri siglarono un accordo per la valorizzazione del Sistema scientifico e dell'innovazione del Friuli Venezia Giulia (Sis Fvg) che prevede la costruzione di una rete scientifica di eccellenza, lo sviluppo di servizi a favore dell'intera comunità scientifica regionale e la creazione di opportunità di sviluppo socio-economico sul territorio.

Le attività del progetto
Gli attori della bozza di accordo varata dall'Esecutivo del Friuli Venezia Giulia nella sua ultima seduta, per un cofinanziamento della Regione di 150mila euro, sono il Mit e le università di Trieste e Udine e la Sissa (Scuola superiore di studi avanzati) di Trieste. Le attività supportate saranno quattro. La prima è l'attivazione di fondi di avviamento per promuovere nuove forme di collaborazione tra componenti della Facoltà universitarie regionali e della Sissa e gli omologhi del Mit. I fondi saranno della dimensione massima di 25mila dollari a progetto per favorire le fasi iniziali di scambi e ricerche. La seconda attività prevista è data dai tirocini per studenti del Mit nelle università del Friuli Venezia Giulia che lavorano su progetti di interesse comune. Le candidature verranno raccolte dal Programma Mit-Italy e presentate al rispettivo competente gruppo di ricerca del Friuli Venezia Giulia per l'approvazione. Al terzo punto della bozza di accordo quadro figurano le borse per viaggi di 2.500 euro riservate a membri delle Facoltà del Friuli Venezia Giulia interessati ad approfondire le possibilità di collaborazione con i colleghi del Mit e viceversa, solitamente in preparazione di una richiesta di fondi di avviamento. In entrambi i casi, l'ammissibilità dipende dalla partecipazione a
un evento pubblico organizzato dal dipartimento ospitante. Quarta attività sostenuta è l'organizzazione di una riunione
annuale al Mit o in una delle università del Friuli Venezia Giulia per presentare i risultati scientifici del progetto e renderlo noto. La durata dell'accordo è di tre anni, con possibilità di essere rinnovato previo consenso delle due parti. Il Fvg-Mit Project verrà gestito dal Programma Mit-Italy in conformità alle direttive fornite dall'organismo consiliare composto da due rappresentanti della Regione Friuli Venezia Giulia, un rappresentante a rotazione per le università regionali e tre rappresentanti del Mit.