18 agosto 2019
Aggiornato 06:30
in mare

Motori in avaria: doppio intervento della Guardia Costiera

Il primo intervento attorno alle 14: una barca a vela si è ritrovata ferma tra tra Grignano e Santa Croce. Successivamente la motovedetta della Guardia Costiera ha raggiunto un natante a motore di circa 7 metri, con quattro adulti e due bambini a bordo, che era alla deriva
Guardia Costiera
Guardia Costiera Diario di Trieste

TRIESTE - Sono usciti in mare nonostante le condizioni meteo per nulla favorevoli. E, poche ore dopo, sono stati costretti a chiamare i soccorsi. Doppio intervento da parte degli uomini della Capitaneria di porto, nella giornata di ieri, chiamati a portare in salvo gli occupanti di due imbarcazioni. La prima richiesta di intervento è arrivata attorno alle 14, quando quattro diportisti a bordo di una barca a vela di circa 10 metri si sono ritrovati fermi tra Grignano e Santa Croce a circa 300 metri da riva. La motovedetta CP 822 è arrivata in zona e, dopo aver constatato che tutti stavano bene, si è atteso l'arrivo dell'imbarcazione del figlio del comandante, che ha fatto rientrare nel porto di Grignano in sicurezza la barca.
Poco dopo la seconda segnalazione. Un natante a motore di circa 7 metri, con quattro adulti e due bambini a bordo era alla deriva, per avaria al mezzo di propulsione, all'interno del canale sud, in zona Muggia. La motovedetta della Guardia Costiera li ha raggiunti e per evitare che l'unità da diporto potesse costituire un pericolo nella zona di transito delle petroliere in uscita e in entrata dal porto di Trieste, l’imbarcazione è stata rimorchiato in sicurezza all'interno del porticciolo di San Rocco.