17 agosto 2017
Aggiornato 17:00
Basket

Comincia con una sconfitta la Finale play off per Trieste

Dopo un avvio convincente, gli ospiti hanno avuto un black out di dieci minuti tra la fine del secondo e l’inizio del terzo quarto che ha permesso alla Segafredo Bologna di prendere il largo: 85 a 62 il punteggio finale

Comincia con una sconfitta la Finale play off per Trieste (© Pallacanestro Ts)

BOLOGNA - Netta sconfitta dell’Alma Trieste che perde a Bologna gara 1 della finale promozione per 85 a 62. Dopo un avvio convincente, gli ospiti hanno avuto un black out di dieci minuti tra la fine del secondo e l’inizio del terzo quarto che ha permesso alla Segafredo Bologna di prendere il largo e di arrivare fino al massimo vantaggio di +31. Tolte le prestazioni di Prandin e Cittadini, l’Alma ha avuto poco dagli altri giocatori, con Da Ros e Parks praticamente fuori partita.

Dopo un primo quarto giocato sul filo dell’equilibrio in cui hanno brillato per Trieste le stesse di Green e Prandin ed in cui Bologna ha messo la testa avanti negli ultimi secondi con i primi tre punti di Gentile(27- 24), nel secondo quarto i padroni di casa, che hanno messo in mostra due stranieri, il centro Lawson e la guardia Umeh, a tratti «sontuosi», hanno preso progressivamente un discreto vantaggio, agevolati da una difesa non irreprensibile dei biancorossi in cui Umeh e Spissu, autori degli ultimi punti del periodo, si sono infilati con una certa facilità (52-38).

Nella ripresa ci si aspetta il ritorno in campo di un’Alma più attenta in difesa e ficcante in attacco, ma non è così. Anzi. Gli uomini di coach Dalmasson per quasi 6’ non  vanno a segno, mentre dall’altra parte le V Nere segnano 15 punti trascinati da un Umeh precisissimo. La Segafredo arriva al massimo vantaggio di +31 a metà della terza frazione (70-39), prima  che gli ospiti, con i due americani richiamati in panca, comincino a dare qualche segnale di risveglio e riducano lo svantaggio forti, soprattutto, di qualche buona giocata di Cittadini (70-50).

Due punti in apertura di Prandin e qualche errore grossolano dei padroni di casa (che perdono il playmaker Spissu per una distorsione) sembrano dar adito alla speranza di una rimonta biancorossa, ma le triple di Gentile e di Umeh ricacciano indietro gli ospiti (75-52). Quando mancano 3’ da giocare, la partita è virtualmente conclusa e coach Ramagli può richiamare in panchina i suoi «big» (Ndoja, Lawson e Umeh) per farli rifiatare in vista di gara 2 di giovedì.

Virtus Segafredo Bologna - Alma Trieste 85-62 (27-24, 52-38, 70-50)
Virtus Segafredo Bologna: Michael Umeh 29 (3/7, 7/12), Kenny Lawson 18 (7/8, 0/0), Klaudio Ndoja 14 (1/1, 3/4), Gabriele Spizzichini 7 (0/1, 2/4), Guido Rosselli 6 (1/5, 1/1), Stefano Gentile 5 (1/3, 1/3), Marco Spissu 4 (1/1, 0/2), Tommaso Oxilia 2 (1/1, 0/1), Davide Bruttini 0 (0/1, 0/0), Lorenzo Penna 0 (0/0, 0/0), Andrea Michelori 0 (0/1, 0/0). All. Ramagli.
Alma Trieste: Javonte damar Green 12 (2/4, 2/2), Alessandro Cittadini 10 (2/2, 1/2), Roberto Prandin 10 (2/3, 2/3), Jordan Parks 8 (2/6, 1/1), Daniele Cavaliero 7 (1/3, 0/2), Stefano Bossi 7 (2/5, 1/4), Matteo Da ros 3 (1/7, 0/1), Lorenzo Baldasso 3 (0/1, 1/5), Andrea Coronica 2 (1/3, 0/1), Massimiliano Ferraro 0 (0/0, 0/1), Alessandro Simioni 0 (0/2, 0/0), Andrea Pecile 0 (0/0, 0/0). All. Dalmasson.