17 agosto 2017
Aggiornato 17:00
sport

Bolzonello: «Prospettive di sviluppo interessanti per lo Sci Club 70 di Trieste»

Il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia ha visitato il complesso sportivo sul Carso triestino, dove 46 anni fa lo Sci Club 70, all'interno di una vasta dolina immersa nel verde, ha costruito una pista artificiale di 200 metri per la pratica dello sci alpino, a cui si è poi aggiunto un anello di 3 km utile alla pratica dello sci fondo

IL vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, ha visitato il complesso sportivo sul Carso triestino (© Sci Club 70 Trieste)

TRIESTE  - «Per lo Sci Club 70 di Trieste si aprono prospettive di sviluppo interessanti, dopo che la Federazione italiana sport invernali (Fisi) eleverà l'impianto di Aurisina a Centro di avviamento allo Sport». Lo ha detto il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, al termine dell'odierna visita del complesso sportivo sul Carso triestino, dove 46 anni fa lo Sci Club 70, all'interno di una vasta dolina immersa nel verde, ha costruito una pista artificiale di 200 metri per la pratica dello sci alpino, a cui si è poi aggiunto un anello di 3 km utile alla pratica dello sci fondo. «Si tratta - ha osservato Bolzonello - di un impianto di alto livello, forse unico in Italia se si pensa che in linea d'aria siamo a meno di un chilometro dal mare».

Obiettivi
Proprio la peculiarità geografica del complesso, del quale fanno parte anche due campi da tennis, è per il vicepresidente della Regione uno dei principali fattori su cui puntare per l'ulteriore sviluppo delle attività dello Sci Club 70. L'associazione sportiva giuliana è infatti in attesa di avere il riconoscimento ufficiale della Fisi che a seguito della visita del presidente nazionale Flavio Roda, nel settembre dell'anno scorso, proclamerà l'impianto "Neve e pista plastica Aurisina" centro di fondamentale importanza per l'avvicinamento dei giovani allo sport. «Faremo dei ragionamenti - ha fatto sapere Bolzonello - per dare a questo impianto una prospettiva più ampia, turistica, inserendo eventualmente questo centro nel filone delle convenzioni con PromoTurismo FVG». Durante la visita il vicepresidente della Regione è stato accompagnato dai vertici dello Sci Club 70, che con i suoi 600 soci è una delle realtà più blasonate in Friuli Venezia Giulia per quanto riguarda la pratica degli sport invernali. Erano presenti, tra gli altri, il presidente dell'associazione, Roberto Andreassich, il padre storico del club, Livio Manzin, e il presidente del Comitato provinciale Fisi Trieste Alessandro Messi.