24 ottobre 2017
Aggiornato 11:00
Porti

Firma per il Porto Franco di Trieste, Dipiazza: «Mi sono emozionato»

Il sindaco di Trieste dopo la firma del decreto attuattivo: «I triestini forse non si ricordano ma il Porto Franco era fermo da 20-30 anni. Oggi il decreto attuativo lo sblocca, con grande opportunità di lavoro e crescita per la nostra città»

Delrio e Dipiazza (© Comune di Trieste)

TRIESTE - «E' un momento veramente storico per la nostra città. Questo porterà veramente molto interesse, lavoro e sviluppo per Trieste. Oggi credo che siamo l'unico scalo d'Europa Porto Franco». E' questo il primo commento del sindaco Roberto Dipiazza intervenuto oggi alla firma del decreto attuativo del Ministro Del Rio per il Porto Franco di Trieste. «Mi sono emozionato -prosegue Dipiazza- perché ho capito l'importanza della giornata. I triestini forse non si ricordano ma il Porto Franco era fermo da 20-30 anni. Oggi il decreto attuativo lo sblocca, con grande opportunità di lavoro e crescita per la nostra città». «E' una prerogativa che ha solo Trieste in Europa -ha sottolineato il presidente Zeno D'Agostino - Solo a Trieste esiste la possibilità di fare attività industriale in Punto Franco e questa prerogativa è gestita a un soggetto unico che è l'Autorità di Sistema Portuale. E' un grandissimo risultato che aspettavamo come minimo dal '94 (con la legge di riforma sui Porti) ma posso dire che era dal '54 che non c'era certezza giuridica su chi gestiva i punti franchi del Porto di Trieste. Oggi abbiamo ottenuto questo decreto».