17 dicembre 2017
Aggiornato 05:00
politiche sociali

Disabili, Telesca: «I voucher taxi? Risorse trasferite al Comune di Trieste»

L'assessore regionale alla Salute: «La legge di riordino delle Autonomie locali ha infatti previsto il trasferimento alle Unioni territoriali, o direttamente ai Comuni, delle somme necessarie ad erogare i servizi sociali. Somme che per un totale di oltre 6,3 milioni di euro sono state liquidate il 7 giugno scorso»

L'assessore alla Salute, Maria Sandra Telesca (© Diario di Trieste)

TRIESTE - «Le risorse finalizzate a garantire il diritto alla mobilità delle persone disabili, tra cui in particolare i cosiddetti voucher taxi, a suo tempo affidate alle Province, sono state regolarmente trasferite sia alle Unioni territoriali intercomunali (Uti) sia ad una cinquantina di Comuni, tra i quali in particolare il Comune di Trieste. L'auspicio è che queste risorse tornino a essere impiegate». Ad affermarlo è l'assessore regionale a Salute e Politiche sociali, Maria Sandra Telesca. «Con il superamento delle Province - spiega l'assessore - la legge di riordino delle Autonomie locali ha infatti previsto il trasferimento alle Unioni territoriali, o direttamente ai Comuni, delle somme necessarie ad erogare i servizi sociali. Somme che per un totale di oltre 6,3 milioni di euro sono state liquidate il 7 giugno scorso».

Numeri
«Secondo la legge di stabilità, nel fondo ordinario spettano alle Uti complessivamente 35,6 milioni di euro, di cui 18,7 all'Uti Giuliana, ed è anche prevista - ricorda Telesca - una quota per i servizi sociali». A questo proposito, la stessa Uti Giuliana ha una convenzione con il Comune di Trieste per la gestione dell'intera partita del sociale nei territori dei comuni che ne fanno parte. «In sostanza - conclude l'assessore - spetta all'Unione Giuliana ed al Comune di Trieste disporre l'impiego di quelle somme. Nulla osti a sostenere anche i voucher taxi, con vantaggio delle persone disabili e dei tassisti».