19 agosto 2017
Aggiornato 20:30
cronaca

Criminalità transfrontaliera, due donne romene in manette

Si tratta di C.P. di 35 anni, condannata a Campobasso per inosservanza di una misura preventiva, e D.D. di 26 anni, condannata a Torino per furto aggravato in concorso. Sono state arrestate dagli agenti del Settore Polizia di Frontiera di Trieste

Polizia di Frontiera (© Diario di Trieste)

TRIESTE  - Due donne, una in procinto di lasciare il Paese, l’altra invece appena rientrata, sono finite in manette a Fernetti. Si tratta di due cittadine romene, C.P. di 35 anni e D.D. di 26 anni, arrestate dagli agenti del Settore Polizia di Frontiera di Trieste. La prima è stata identificata l’altro ieri a bordo di un autobus romeno diretto in Slovenia, la seconda ieri notte su un’autovettura con targa romena. C.P. è stata condannata a Campobasso per inosservanza di una misura preventiva, D.D. invece a Torino per furto aggravato in concorso. Le due donne si trovano ora nel carcere di via del Coroneo, dove C.P. sconterà due mesi, mentre D.D. cinque mesi e dieci giorni. I mezzi su cui viaggiavano le cittadine romene sono stati controllati nell’ambito delle consuete attività di retrovalico mirate alla prevenzione e repressione della criminalità transfrontaliera.