24 ottobre 2017
Aggiornato 11:30
cronaca

Tre incidenti con fuga in una settimana: la Polizia Locale rintraccia i responsabili

Il primo è accaduto in via Gramsci, dove un veicolo in transito è finito contro una Smart. Il secondo in galleria di Montebello: un'autovettura ha sorpassato un ciclomotore causando la caduta a terra del suo conducente. Il terzo all'incrocio tra via Tasso e via Udine

Pattuglia della Polizia Locale (© Diario di Trieste)

TRIESTE - Gli agenti della Polizia Locale sono riusciti a risolvere, nell'ultima settimana, ben tre episodi di incidenti stradali con "fuga". Il primo è accaduto in via Gramsci dove un veicolo in transito è finito contro una Smart, regolarmente parcheggiata dileguandosi subito dopo. Contemporaneamente alla sala operativa è arrivata una segnalazione per la presenza in via Costalunga all'altezza della struttura sanitaria «La Maddalena» di due uomini in evidente stato di ebbrezza intenti a raccogliere alcuni pezzi di una Citroen C2, caduti sul manto stradale. Gli agenti grazie alla segnalazione della probabile targa del veicolo, fornita dal proprietario del veicolo danneggiato in via Gramsci e dalle ricerche effettuate in zona, sono così riusciti a intercettare vicino alla residenza il proprietario della Citroen che stava rientrando a casa. L'uomo, V.A nato nel 1972, è stato sottoposto alla prova dell'etilometro (un tasso alcolico di 2.07 g/l1) e visto il tasso alcolico elevato l'uomo, pur estraneo all'incidente, è stato sanzionato per la guida in stato di ebbrezza grave. A seguito di ulteriori indagini gli operatori sono riusciti a rintracciare il responsabile, un uomo V.D. del 1971: dovrà pagare una doppia sanzione per non essersi fermato sul luogo dell'incidente e non aver lasciato i propri dati alle controparte oltre alla sanzione per la perdita di controllo del veicolo. 

Non c'è due senza tre
Il secondo incidente è accaduto in galleria di Montebello dove un'autovettura ha sorpassato un ciclomotore causando la caduta a terra con lesioni del suo conducente. L'autore del grave reato si è allontanato senza che testimoni oculari e conducente del ciclomotore fossero in grado di fornire dati utili per rintracciare l'autovettura. Terminati i rilievi il personale della Polizia Locale ha deciso di visionare le immagini delle telecamere di controllo di piazza Foraggi e di piazzale De Gasperi; dalla visione sono riusciti ad identificare l'autovettura responsabile, una Volkswagen Polo. Il proprietario, un triestino di 87 anni, I.U. le sue iniziali, è stato così denunciato per omissione e fuga oltre alla sanzione per non aver mantenuto dal ciclomotore un'adeguata distanza dal ciclomotore, causando così l'incidente. 
Altro incidente altra fuga: durante la notte di qualche giorno fa all'incrocio tra via Tasso e via Udine un'autovettura Suzuki regolarmente parcheggiata è stata seriamente danneggiata. Il responsabile si è allontanato senza lasciare i propri dati. Grazie ad un testimone che forniva i dati parziali di una targa gli agenti sono però riusciti a restringere la cerchia delle autovetture fino all'individuazione del responsabile. La vettura responsabile era una Toyota Yaris condotta da un uomo, triestino sui 40 anni.