11 dicembre 2018
Aggiornato 13:00

Dragaggi: Santoro, prossimi gli escavi dei canali di accesso ai casoni

Risposta dell'assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio all'interrogazione del consigliere regionale Alessio Gratton che ha chiesto informazioni sullo stato di attuazione degli interventi di dragaggio nella Laguna di Grado e Marano
Dragaggi: Santoro, prossimi gli escavi dei canali di accesso ai casoni
Dragaggi: Santoro, prossimi gli escavi dei canali di accesso ai casoni (Regione Friuli Venezia Giulia)

GORIZIA - «La Regione è impegnata ad inserire nella programmazione ordinaria delle manutenzioni della Laguna di Grado e Marano gli escavi dei canali di accesso ai casoni». Lo ha affermato l'assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio, Mariagrazia Santoro, rispondendo all'interrogazione a risposta immediata del consigliere regionale Alessio Gratton (Gruppo misto) che ha chiesto informazioni sullo stato di attuazione degli interventi di dragaggio nella Laguna di Grado e Marano.«Al momento è stata acquisita, non senza difficoltà, la mappa di localizzazione dei casoni e sono state raccolte le domande dei singoli proprietari, circa 34, con un'indicazione del fondale richiesto» ha spiegato Santoro, evidenziando come «tutte queste opere richiedono complesse attività autorizzatorie, un elevato dettaglio progettuale e il controllo costante nell'esecuzione dei lavori».

 

Per fornire una prima quantificazione degli oneri da sostenere per il prelievo dei campioni e la caratterizzazione, passaggio propedeutico all'avvio dei lavori per definire quale debba essere la destinazione finale dei fanghi dragati, è stata eseguita una ricerca di mercato.
«I successivi passaggi - ha segnalato Santoro - saranno il rilievo batimetrico e altimetrico di tutta l'area, la predisposizione del piano di caratterizzazione, il prelievo dei campioni e la loro analisi chimico-fisica e tossicologica» che terranno impegnata la task force regionale, composta da cinque tecnici attualmente impegnata a tempo pieno nel dragaggio del Fiume Corno, nei dragaggi stagionali di Lignano, Grado, foci del Tagliamento e di quelli straordinari di Aprilia, Marano e del porto di Grado, oltre ad alcune marine.
Per Santoro «dopo decenni di mancati interventi abbiamo avviato un piano di dragaggi estremamente impegnativo, con opere in costante esecuzione, in corso di programmazione e realizzazione». Oltre all'impegno sui canali di accesso ai casoni lagunari Santoro ha ricordato «altri interventi come quello in corso ad Aquileia».