13 maggio 2021
Aggiornato 05:30
cronaca

20enne colpito al volto con una bottiglia da un ubriaco

Un giovane è stato assalito e colpito al volto con un coccio di bottiglia a bordo dell'autobus della linea 26 della Trieste Trasporti, in prossimità della fermata vicina al bosco del Farneto, nella zona dove è in corso il festival celtico Triskell

TRIESTE – Un’aggressione brutale e improvvisa. Un ventenne è stato assalito e colpito al volto con un coccio di bottiglia l'altra sera, poco dopo la mezzanotte, a bordo dell'autobus della linea 26 della Trieste Trasporti, alla fermata vicina al bosco del Farneto. Come riporta Il Piccolo, secondo alcuni testimoni la violenza è scoppiata improvvisamente, dopo aver fatto tappa alla fermata vicino alla zona dove è in corso il festival celtico Triskell. Un uomo di circa 50 anni, che era già a bordo prima che il mezzo pubblico, si è alzato in piedi, ha rotto una bottiglia e ha cominciato a colpire un ragazzo poco distante da lui che era appena salito. L’aggressore era visibilmente ubriaco, ma non aveva mostrato nessun atteggiamento strano prima di quel preciso momento.

La testimonianza
Per sfuggire alla violenza, il giovane è scappato gridando e con il viso coperto di sangue. «L'autista ha fermato quasi immediatamente il bus aprendo le porte, così le persone sono scese. Sono stati chiamati quindi i soccorsi e le forze dell'ordine. Anche l'aggressore è sceso e a un certo punto è sembrato calmarsi – ha raccontato un testimone a Il Piccolo - ma poi l'ho perso di vista. Credo che entrambi siano triestini, il ventenne colpito aveva un tatuaggio con un'Alabarda triestina sul collo». Sono intervenute due pattuglie della polizia e un'ambulanza del 118. Il giovane ferito è stato medicato sul posto e poi trasportato al Pronto soccorso dell'ospedale di Cattinara. L'aggressore invece non c'era più. Le telecamere installate negli autobus della Trieste Trasporti saranno fondamentali nella risoluzione del caso. La Polizia di Stato si sta occupando delle indagini.