17 novembre 2019
Aggiornato 04:00
sotto il cavalcavia

Taglio del nastro per la prima area di sgambamento cani a Trieste

L'area ha una superficie di 2.200 mq di cui una parte pavimentata con ghiaia, una parte in cemento e il resto a prato erboso. E' dotata di cestini per la raccolta delle immondizie, di una fontanella, inoltre si sta valutando di dotare l'area di nuove panchine
La prima area di sgambamento cani
La prima area di sgambamento cani Comune di Trieste

TRIESTE - Taglio del nastro per la prima area di sgambamento cani realizzata a Trieste, in via San Marco 52 (sotto il cavalcavia). «Oggi è una giornata importante per i proprietari degli amici a quattro zampe che finalmente potranno usufruire di un'area verde completamente riqualificata – ha affermato il sindaco Roberto Dipiazza - . Una delle prime zone di sgambamento che l'amministrazione comunale ha voluto creare per dare risposta alle esigenze dei residenti, in una città che registra oltre 22.000 cani, tra i più alti numeri, in rapporto agli abitanti, a livello nazionale». L'area ha una superficie di 2.200 mq di cui una parte pavimentata con ghiaia, una parte in cemento e il resto a prato erboso. E' dotata di cestini per la raccolta delle immondizie, di una fontanella, inoltre si sta valutando di dotare l'area di nuove panchine. 

L'area
Per poter permettere la realizzazione di un'area di sgambamento, si è reso necessario dotare una parte del perimetro (di circa 80 metri) di una nuova recinzione metallica alta 1,8 metri, e fornire il portone d'ingresso di una nuova chiusura a maniglia. Per quanto concerne la manutenzione e la pulizia del giardino, sono assicurati da appalti di manutenzione ordinaria. L'assessore Lodi evidenzia: «Oggi andiamo a inaugurare una nuova area destinata ai possessori di cani (che di fatto veniva già usufruita e non era regolamentata), regolamentando la stessa. La volontà di questa amministrazione è quella di continuare nella creazione di aree di sgambamento cani sul territorio cittadino, previo coinvolgimento delle rispettive circoscrizioni in modo da incontrare le esigenze dei cittadini e dare prontamente risposta alle numerose richieste». 

Obiettivi
«L'inaugurazione di quest'area di sgambamento, con tutti gli spazi messi in sicurezza, dimostra l'attenzione e la sensibilità di questa amministrazione nei confronti dei nostri amici a quattro zampe e dei loro padroni, e non è che il primo passo di un percorso che vedrà la realizzazione di altre nuove aree dedicate – ha sottolineato l'assessore Lobianco -. Contiamo di creare diverse altre aree di sgambamento in città dove i potranno organizzare momenti di gioco ed eventi». Il consigliere comunale Piero Camber ha voluto sottolineare uno degli ulteriori obiettivi: realizzare aree di sgambamento cani in ogni rione che possano venir gestite dalle associazioni animaliste