15 gennaio 2021
Aggiornato 21:30
trasporti

Interporto Trieste, Ret: «Le quote della Provincia non vanno trasferite a Friulia»

Il consigliere regionale di Autonomia Responsabile. «Con un capitale sottoscritto di quasi 2 milioni di euro e una quota del 36% complessivo, la Provincia deteneva una parte consistente dell'interporto. Chiusa la Provincia, ritengo corretto che siano i Comuni del territorio a esprimersi su quel lascito»

TRIESTE - «La Giunta regionale voleva trasferire le quote dell'interporto di Fernetti dall'ex provincia di Trieste a Friulia con un colpo di mano nella manovra estiva. Lo abbiamo bloccato». Lo evidenzia Giorgio Ret, consigliere regionale di Autonomia Responsabile. «Con un capitale sottoscritto di quasi 2 milioni di euro e una quota del 36% complessivo, la Provincia di Trieste deteneva una parte consistente dell'interporto. Chiusa la Provincia, ritengo corretto che siano i Comuni del territorio a esprimersi su quel lascito. Non vedo perché Friulia dovrebbe assorbire un tesoretto senza che prima ci sia una discussione aperta tra le istituzioni democraticamente elette». Continua Ret: «Giusto riconoscere l'atteggiamento intellettualmente onesto dell'assessore alle Finanze Peroni che, accogliendo la contestazione mossa da me e dal collega Ukmar, ha assecondato la nostra linea. Il blitz è stato neutralizzato, ora attendiamo che siano gli amministratori del territorio a esprimersi su questa vicenda».