4 dicembre 2020
Aggiornato 23:30
l'evento

30 anni di Erasmus in Europa: i giovani universitari dei Paesi balcanici si incontrano

In concomitanza con il "Vertice di Trieste" dei Capi di Governo, che avrà luogo il 12 luglio, si svolgerà contestualmente l'incontro "Connecting Youth – Moving Forward"

TRIESTE - In concomitanza con il "Vertice di Trieste" dei Capi di Governo, che avrà luogo il 12 luglio, si svolgerà contestualmente un incontro dei giovani universitari dei Paesi balcanici. Nel 2017 ricorre il trentennale dell’avvio del programma Erasmus e, pertanto, sarà su questi temi che si confronteranno a Trieste giovani studenti provenienti dai sei Paesi del Balcani occidentali, in un Youth Forum dal titolo: "Connecting Youth – Moving Forward". Il meeting sarà, appunto, celebrativo dei 30 anni di Erasmus in Europa, e ne valuterà l'impatto ed i possibili sviluppi nel campo dell'istruzione superiore nei Balcani occidentali. I partecipanti saranno studenti universitari, selezionati dai rispettivi paesi, provenienti da Bosnia-Erzegovina, Serbia, Montenegro, Kosovo, Macedonia e Albania.

Obiettivi
L'evento si svolgerà presso l'Università di Trieste, i giorni 11 e 12 luglio, alla presenza di autorità governative, parlamentari e funzionari dei Paesi balcanici, della Unione Europea e del Parlamento Europeo, del Ministero degli Affari Esteri italiano e di varie organizzazioni internazionali. Nel corso del Youth Forum verranno anche discusse possibili misure concrete, come quelle emerse durante il recente meeting dell'organizzazione UNIADRION, misure che verranno proposte ai Capi di Governo che si riuniranno a Trieste, e saranno costituite da una serie di obbiettivi quali: Intensificazione dei rapporti tra le università dei paesi coinvolti nel processo di Berlino; la messa in atto di un progetto Erasmus specifico per i paesi del processo di Berlino, il supporto da parte della UE a programmi di networking coinvolgenti università dei paesi del processo di Berlino.

Interverrà allo Youth Forum l'on. Luigi Bobba, Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e Politiche Sociali.