24 settembre 2017
Aggiornato 12:30
pallavolo

Pallavolo, la Libertas Trieste guarda al futuro con... "I dolci sapori"

Il marchio del Gruppo Xenturion Holding Spa di Matteo Pinciroli ha siglato con Libertas Trieste un accordo triennale e sarà il main sponsor per la prossima e per le stagioni sportive a venire (fino al 2020) intervenendo con un ingente investimento

PalaRubi (© Libertas Pallavolo Trieste)

TRIESTE - Obiettivi ambiziosi per la Libertas Trieste nella stagione sportiva entrante. La società Libertas Trieste ha presentato richiesta di iscrizione al Campionato di Serie A2 femminile 2017-18 alla Lega Pallavolo Serie A (richiedendo il diritto sportivo da Properzi Volley 2000 Lodi). Il progetto, che intende riportare al più presto la formazione triestina in serie A1, ha immediatamente destato l'interesse del prestigioso marchio «I dolci sapori» del Gruppo Xenturion Holding Spa di Matteo Pinciroli, personaggio già impegnato in importanti progetti sportivi con altri marchi con Atalanta Calcio e Legnano Basket. Il marchio, presente in questi giorni all'interno dei programmi di punta delle principali reti televisive nazionali, ha siglato con Libertas Trieste un accordo triennale e sarà il main sponsor per la prossima e per le stagioni sportive a venire (fino al 2020) intervenendo con un ingente investimento. 

Futuro
L'obiettivo della compagine giuliana, retrocessa in serie B2 al termine della precedente stagione, è infatti quello di portare a Trieste l’eccellenza del volley femminile italiano attraverso uno staff tecnico di prim'ordine e un roster di altissimo livello, costruito attraverso l'inserimento di giocatrici di esperienza nella massima serie in un tessuto di giovani atlete che, provenendo dal vivaio, hanno già sviluppato un profondo senso di appartenenza al gruppo. Un obiettivo che va raggiunto congiuntamente allo sviluppo del settore giovanile. La Libertas Trieste potrà godere del massimo appoggio del pubblico locale e regionale disputando le partite casalinghe all'interno di uno dei più accoglienti e moderni palazzetti sportivi italiani, il PalaRubini Alma Arena, accendendo così i riflettori mediatici nazionali sul capoluogo giuliano e regionale con positive ricadute sia in termini di visibilità che di natura economica e turistica. Il progetto della Libertas Trieste è stato presentato in questi giorni alle maggiori Istituzioni locali e regionali suscitando l'interesse di Comune di Trieste e Regione, che hanno garantito il proprio appoggio. Accanto all'attività sportiva verrà infine sviluppato un ampio corollario di eventi per l'avvicinamento alla cultura sportiva anche delle fasce più deboli e svantaggiate, come la rassegna internazionale aperta sia a soggetti disabili che a normodotati «Lo sport per tutti», convegni e seminari dedicati allo sport locale per la sua massima promozione e diffusione anche all'interno delle scuole e Tornei internazionali come il «Mittelvolley» per lo scambio con le realtà sportive della Mitteleuropa.