17 dicembre 2017
Aggiornato 05:00
urbanistica

A Santa Croce parte la realizzazione delle fognature

A inizio settembre al via gli scavi del primo lotto, che interesserà per 5 mesi parte del centro dell’abitato. I reflui saranno così trattati dal depuratore di Sistiana, migliorando sensibilmente l’impatto ambientale

A Santa Croce parte la realizzazione delle fognature (© AcegasApsAmga)

TRIESTE - Santa Croce diventa più sostenibile: partiranno a inizio settembre i lavori per l’estensione del servizio fognario. Ieri pomeriggio, su richiesta e invito del Consiglio della Prima Circoscrizione, è stato presentato il progetto per la realizzazione del primo lotto che porterà nell’abitato la condotta fognaria da cui gli scarichi confluiranno verso il depuratore di Sistiana. Il progetto avrà una particolare valenza ambientale, poichè i reflui saranno trattati secondo i migliori standard nell’impianto depurativo recentemente potenziato e adeguato alla normativa europea. Sarà inoltre possibile progressivamente superare le problematiche derivanti dai pozzi neri attualmente presenti, che spesso vedono infiltrazioni e riaffioramenti nei terreni.

I lavori inizieranno a fine estate

Cinque mesi di lavoro per 1 km di fognatura partiranno a inizio settembre. Durante questo periodo AcegasApsAmga scaverà nell’abitato del centro storico, dalla strada di collegamento costiero fino al campo di calcio del «Vesna», passando nei viottoli esistenti. Tecnici e operai poseranno la condotta fognaria e, dove necessario, sostituiranno anche i tratti di rete acquedotto obsoleti. Inoltre sarà realizzata, nei pressi del cimitero, una stazione di sollevamento per alzare i reflui e collettarli poi verso il depuratore di Sistiana. Tale intervento riveste particolare importanza perché sarà funzionale anche agli altri lotti di fognatura che negli anni successivi saranno realizzati nella frazione. All’interno delle proprietà private gli abitanti dovranno provvedere all’adeguamento dell’attuale scarico, provvedendo alla deviazione di questo fino al pozzetto d’ispezione approntato da AcegasApsAmga. Col procedere dei lavori i residenti delle abitazioni prospicenti allo scavo saranno contattati da AcegasApsAmga per l’adesione all’offerta: se questa avverrà durante i lavori sarà possibile usufruire dello sconto del 50%, in caso contrario, se l’adesione dovesse avvenire in un momento successivo, dunque con necessità di un nuovo scavo, il costo di allacciamento dovrà essere sostenuto per intero. Per qualsiasi informazione sull’intervento rimane a disposizione il numero telefonico 348.0069775 e la mail dklemse@acegasapsamga.it.