24 ottobre 2017
Aggiornato 11:00
La decisione è della Giunta

Carso: tutela regionale per lo stagno di Malchina

L'atto è accompagnato dal Regolamento di tutela che per l'area interessata vieta, tra l'altro, l'esecuzione di lavori edilizi, qualsiasi alterazione dello stagno e dell'area verde circostante, oltre che l'accesso con mezzi motorizzati, salvo per le operazioni boschive

Carso: tutela regionale per lo stagno di Malchina (© Regione Friuli Venezia Giulia)

TRIESTE - Ottiene la tutela regionale lo stagno Studenec a Malchina, frazione del Comune di Duino Aurisina (Ts). La decisione è della Giunta regionale che su proposta dell'assessore al Territorio, Mariagrazia Santoro, ha così accolto la richiesta della Comunella locale "Obcina Mavhinje». La gestione del biotopo (area di particolare peculiarità naturalistica) sarà quindi delegata al Comune di Duino Aurisina.

L'atto della Giunta è accompagnato dal Regolamento di tutela che per l'area interessata vieta, tra l'altro, l'esecuzione di lavori edilizi, qualsiasi alterazione dello stagno e dell'area verde circostante, oltre che l'accesso con mezzi motorizzati, salvo per le operazioni boschive. Preclusa, inoltre, l'organizzazione di eventi sportivi e l'accensione di falò. Il riconoscimento è arrivato a seguito del parere favorevole del Comitato tecnico scientifico per le aree protette che ha rilevato la presenza di habitat di valenza comunitaria e di specie animali di grande interesse conservazionistico. Lo Studenec (termine sloveno con cui si indica una fonte d'acqua) è una cisterna che fu molto utilizzata in passato, fino alla costruzione dell'acquedotto carsico. All'importanza faunistica si aggiunge quindi anche il valore storico-culturale del sito.