24 agosto 2017
Aggiornato 06:30
l'attacco

Ferriera, Pino: «Nessuno crede più alle fasulle promesse di Dipiazza e Roberti»

La segretaria del Pd di Trieste: «Regione e Azienda sanitaria stanno facendo ciò che è loro dovere, a partire dai controlli. A Dipiazza e Roberti i numeri, i dati, le analisi non interessano; a loro preme trovare un alibi ai loro fallimenti, alle tante bugie dette in campagna elettorale»

La Ferriera di Servola (© Diario di Trieste)

TRIESTE  - «Il gioco di Dipiazza e Roberti allo scaricabarile è ormai impazzito e non risparmia niente e nessuno: si sono accorti che nessuno crede più alle loro fasulle promesse sulla Ferriera, nemmeno le associazioni ambientaliste, e tentano di buttarla in caciara per salvare la faccia. Ma non serve, ormai lo hanno capito tutti». Lo afferma la segretaria del Pd di Trieste Adele Pino, rispondendo al vicesindaco Roberti, che oggi ha attaccato Regione e AsuiTs. Secondo Pino «Regione e Azienda sanitaria stanno facendo ciò che è loro dovere, a partire dai controlli. Sindaco e vicesindaco, invece, avevano promesso di chiudere lo stabilimento in cento giorni, hanno detto che avrebbero acquistato nuove centraline oltre a quelle dell’Arpa. La realtà è solo una: a Dipiazza e Roberti i numeri, i dati, le analisi non interessano; a loro preme solamente trovare un alibi ai loro fallimenti, alle tante bugie dette in campagna elettorale».